• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

31 Dicembre 2015

GPU 2007-2013, chiusura positiva con numeri da record

di Giovanni Biondi

Con la fine dell’anno si chiude la gestione del progetto GPU 2007-2013, l’ambiente online realizzato interamente dall’Indire che, tra l’altro, ha consentito un’amministrazione ottimale del Programma Operativo Nazionale – PON Scuola 2007-2013, grazie anche all’integrazione con i sistemi informativi del MIUR.

In particolare, il sistema GPU ha favorito la realizzazione e il monitoraggio dei programmi PON, “Competenze per lo Sviluppo” e “Ambienti per l’apprendimento”. Gli interventi (finanziati rispettivamente con i fondi FSE e FESR) hanno riguardato da un lato il miglioramento delle competenze chiave degli studenti, il contrasto alla dispersione scolastica, l’arricchimento professionale dei docenti, dall’altro hanno consentito il potenziamento delle dotazioni tecnologiche e la riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all’efficienza energetica, all’abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento dell’attrattività degli spazi scolastici.

A testimonianza dell’importanza del progetto GPU per la scuola italiana, vanno evidenziati i numeri e le informazioni che sono stati registrati e gestiti dalla piattaforma. Nel settennio 2007-2013, circa il 90% delle scuole delle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia (regioni Obiettivo Convergenza), ha partecipato al Programma utilizzando GPU.

Gli studenti che hanno concluso la formazione sono stati 1.632.961, i docenti 223.112 e gli adulti 194.911, per un totale di oltre 2 milioni di soggetti coinvolti. I progetti autorizzati sono stati circa 95mila, di cui 61.617 finanziati con i fondi FSE e 32.864 finanziati con i fondi FESR. Il totale di record registrati nel sistema è di oltre 264 milioni, un patrimonio di dati unico sulla scuola italiana.

GPU 2007-2013 rappresenta una delle più significative buone pratiche degli ultimi anni nell’ambito del settore pubblico e dimostra come gli enti statali siano in grado di offrire soluzioni tecniche e tecnologiche all’avanguardia che offrono un concreto contributo alla crescita del Paese.

Con GPU, l’Indire si è confermato un punto di riferimento per la ricerca e l’innovazione rafforzando ulteriormente il proprio ruolo nel sistema scolastico italiano.