• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

12 maggio 2016

L’Indire a Napoli per il convegno dell’Aisc sulle scienze cognitive

di Costanza Braccesi

L’Associazione Italiana di Scienze Cognitive organizza a da lunedì 16 a mercoledì 18 maggio il convegno “Apprendimento, cognizione e tecnologia”. Sede della tre giorni è l’Università Federico II di Napoli (Aula Piovani, Dipartimento di Studi Umanistici, via Porta di Massa 1).

L’incontro intende far luce sulla ricerca e su alcune possibili applicazioni delle scienze cognitive, ovvero l’insieme di discipline che studiano i processi cognitivi umani e artificiali con l’obiettivo di sviluppare modelli di elaborazione dell’informazione sperimentalmente controllabili. Rientrano in questo approccio discipline apparentemente lontane fra loro (psicologia, matematica, linguistica, neurofisiologia, informatica, filosofia, economia e molte altre) che hanno tuttavia in comune il tentativo di coniugare i risultati delle loro ricerche allo scopo di chiarire il funzionamento della mente.

Molti i contributi inseriti nel programma e i relatori attesi. Fra questi il presidente Indire Giovanni Biondi che martedì 17 (14,30 – 15,30) illustrerà l’attività di ricerca dell’Istituto in una relazione su invito. A seguire (15,30 – 16,30), si terrà un simposio su “Inf@nzia Digi.tales 3.6”, il progetto finanziato dal Miur che punta a rinnovare i luoghi e gli strumenti dell’apprendimento partendo dai più piccoli, i bambini in età prescolare (3-6 anni).
Discussant di questa sessione sarà la ricercatrice Indire Giuseppina Rita Mangione che farà il punto sullo stato dell’arte dell'”infanzia digitale” oggi.

 

Per saperne di più: