• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

20 luglio 2016

DigitalSummer@Miur, il 26/7 la giornata sulle stampanti 3D insieme ai ricercatori dell’Indire

Nuovo appuntamento con la scuola estiva di formazione sul digitale del Ministero dell'Istruzione

di Costanza Braccesi

Da qualche settimana il Ministero dell’Istruzione organizza il DigitalSummer@Miur, una serie di iniziative di formazione rivolte ai docenti animatori digitali e agli insegnanti del Team per l’innovazione. Si tratta di workshop e momenti di approfondimento, tenuti da esperti italiani e internazionali nei diversi ambiti del Piano nazionale per la scuola digitale, che si svolgono nella sede centrale del Ministero dell’Istruzione a Roma e che proseguiranno lungo tutto il prossimo anno scolastico.

Dopo gli incontri degli scorsi 20 e 21 giugno, che hanno coinvolto oltre 100 docenti in presenza e un gran numero di partecipanti che hanno seguito l’evento in diretta streaming, il prossimo incontro, organizzato in collaborazione con l’Indire, è in programma martedì 26 luglio nella Sala della Comunicazione del Miur.

La giornata, dal titolo “Think, Make, Improve – Didattica con la stampante 3D”, sarà condotta dal gruppo di ricerca che all’interno del nostro Istituto segue il progetto “Maker@Scuola” e, nello specifico, l’attività “Costruire giocattoli con la stampante 3D”, una sperimentazione triennale che coinvolge otto scuole dell’infanzia distribuite sul territorio nazionale.

La giornata aprirà alle ore 10 con l’intervento del ricercatore Lorenzo Guasti che illustrerà il ciclo Think-Make-Improve – una metodologia che mette al primo posto la creatività e la collaborazione fra pari – e le opportunità che i compiti con la stampa 3D offrono per lo sviluppo del pensiero computazionale e delle capacità di problem solving già a partire dai 5/6 anni di età.

I lavori proseguiranno con un workshop durante il quale i gruppi di lavoro potranno sperimentare il metodo adottato nella ricerca Indire, ovvero definire una storia e svolgere una serie di compiti utilizzando il software di modellazione e la stampante 3D.

Nel pomeriggio (14.30 – 18), spazio alla discussione sulle eventuali difficoltà riscontrate, sull’efficacia del ciclo di progettazione e sulle effettive possibilità di integrazione in classe di questo innovativo genere di attività, capace di incoraggiare gli studenti a un tipo di apprendimento più consapevole e coinvolgente. Infine, i gruppi di lavoro presenteranno i lavori sviluppati e discuteranno insieme dei risultati.

L’evento coinvolgerà quaranta docenti delle scuole del primo ciclo di istruzione (infanzia, primaria, secondaria del primo grado): la partecipazione è possibile sia in presenza, previa iscrizione online fino a esaurimento posti, sia a distanza in live streaming collegandosi a partire dalle ore 10 del 26 luglio al sito www.istruzione.it.

Il termine per iscriversi alle attività in presenza, tramite il link personalizzato che è stato inviato dal Miur all’indirizzo email delle scuole, scade alle ore 12 di giovedì 21 luglio. Per ogni istituzione scolastica è consentita la partecipazione al massimo di 1 docente.

Durante la giornata sarà utilizzato il software Tinkercad, scaricabile gratuitamente al link www.tinkercad.com. Consigliamo agli insegnanti che parteciperanno all’incontro di portare con sé un notebook e, se possibile, anche un tablet o uno smartphone. L’Indire metterà a disposizione il Doodle3D, un hardware che consente di accedere a un applicativo web per disegnare e stampare in 3D. Buon lavoro a tutti!

 

Link utili