• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

5 ottobre 2016

Il direttore dell’Istituto nazionale di educazione di Singapore in visita all’Indire

di Fabiana Bertazzi

Martedì 4 ottobre l’Indire ha accolto in visita Tan Oon Seng, direttore del NIE (l’Istituto nazionale di educazione di Singapore) e del team per l’Education Initiative Innovation (Global GEII), nonché redattore principale di riviste di portata internazionale con gli editori Springer e Routledge.

Il professore, dopo aver preso parte lunedì 5 all’evento organizzato dal Miur per la presentazione del Piano nazionale per la formazione degli insegnanti, si è recato in Toscana per conoscere il nostro Istituto e le sue attività di ricerca. Per l’occasione, i ricercatori hanno organizzato nella mattinata una visita all’Istituto Comprensivo “Baccio da Montelupo” nei pressi di Empoli, una delle 22 scuole capofila del movimento delle Avanguardie Educative e polo d’eccellenza per la didattica. Questa scuola, infatti, si è contraddistinta in questi anni per il suo forte impegno nella sperimentazione di metodologie didattiche innovative e per la sua architettura, frutto di un progetto a cui tutta la comunità scolastica ha preso parte. L’edificio costituisce un setting educativo moderno; la sua struttura è interamente realizzata in legno e grazie all’uso della geotermia è energeticamente autosufficiente. Dopo aver visitato i locali, il professore Tan ha assistito a una lezione condotta con la metodologia dell’apprendimento differenziato per studenti di una quarta elementare. Gli alunni divisi in coppie, con l’ausilio di un computer, hanno svolto esercizi di matematica, che hanno successivamente trasformato in un gioco da sottoporre ai compagni.

Direttore NIE di SIngapore in visita all'IndireIl pomeriggio è poi proseguito nella sede centrale dell’Indire a Firenze. Durante il suo discorso di saluto ai ricercatori, Tan Oon Seng ha descritto le attività del suo centro di ricerca, finalizzate al sostegno dello sviluppo professionale dei docenti, e ha sottolineato l’importanza di trasmettere loro «un senso di leadership, affinché si sentano incoraggiati nel loro lavoro e assumano un ruolo da leader per i propri discenti».

Il direttore del NIE ha poi continuato il suo intervento ricordando i 5 fattori che determinano la buona qualità di un’istituzione educativa:
– i criteri di selezione del corpo docente, che devono essere in grado di individuare coloro che sono veramente motivati e che hanno la giusta attitudine per insegnare;
– il legame tra teoria e pratica, per consentire ai programmi di studio di essere veramente efficaci e adatti ai contesti scolastici in cui sono applicati;
– la giusta ricompensa da riconoscere agli insegnanti per il lavoro svolto;
– il rafforzamento delle competenze comunicative, per creare e rafforzare il dialogo con gli studenti e innescare in loro il pensiero critico;
– la formazione continua, per garantire lo sviluppo professionale dell’insegnante.

In generale, il professore ha insistito sull’importanza di investire sulla crescita della professionalità dei docenti, figure fondamentali per preparare gli studenti al loro futuro.

Professor Tan in visita a MontelupoLa visita si è conclusa con la presentazione, a cura dei ricercatori Indire, di alcuni dei progetti di ricerca in corso presso l’Istituto, tra cui Avanguardie Educative e Piccole Scuole Crescono e con un breve scambio di battute tra Tan Oon Seng e i presenti.