• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

6 ottobre 2016

Appuntamento con l’innovazione: le aule laboratorio dell’Istituto “Valdarno” (Arezzo)

di Fabiana Bertazzi

Avanguardie educative è il movimento che intende trasformare il modello organizzativo e didattico della scuola italiana. Il progetto è stato avviato nel 2014 su iniziativa dell’Indire e di 22 scuole fondatrici e da allora oltre 460 istituti scolastici hanno deciso di prendervi parte, adottando una o più delle sue “idee”. A loro che, sotto la guida delle scuole capofila e del gruppo di ricerca dell’Indire, hanno deciso di mettersi al lavoro, sperimentando l’innovazione, dedichiamo uno spazio sul nostro sito, pubblicandone le testimonianze raccontate attraverso le parole dei suoi protagonisti. “Appuntamento con l’innovazione” diventa lo spazio online che settimanalmente darà voce ai racconti degli studenti e degli insegnanti che stanno sperimentando nuovi modi di fare scuola.

 

AULE LABORATORIO DISCIPLINARI
Le esperienze di sperimentazione all’ISIS “Valdarno” di San Giovanni Valdarno (Arezzo)
di Chiara Cheti

L’Istituto dove insegno è costituito da un Professionale, un Tecnico tecnologico e un Tecnico economico. Sono docente di scienze, chimica e fisica nell’ITE […] Da sempre lavoro per progetti perchè ritengo che gli studenti abbiano bisogno di una didattica innovativa e stimolante, per questo mi aggiorno continuamente. La scoperta del progetto “Avanguardie Educative” mi ha convinto, con sostegesperimento scientifico con lattinano del Dirigente scolastico Lorenzo Pierazzi, ad aderire e, tra le idee proposte, ho individuato nell’idea Aule laboratorio disciplinari quella che ho ritenuto più idonea al progetto che volevo proporre agli studenti del biennio e alle loro famiglie. In particolare ho scelto le classi I e II Turismo perché tale indirizzo di studi si presta meglio, anche come tipologia di studenti, a attività didattiche innovative. Infatti i ragazzi che si iscrivono all’Indirizzo Turismo, oltre a essere portati verso lo studio delle lingue straniere, sono, di solito, creativi, interessati all’uso delle tecnologie e alle nuove tecniche di comunicazione.
L’obiettivo che mi sono posta è stato quello di partire da un oggetto facente parte della vita quotidiana (la lattina di alluminio in classe I e la mela in classe II) e portare gli studenti alla scoperta delle scienze, della chimica e della geografia seguendo un percorso consequenziale e con scansione oraria non rigida e definita.
Tutta la programmazione didattica svolta durante l’anno scolastico ha seguito il filo conduttore della scoperta. All’inizio dell’anno ho presentato a studenti e famiglie l’idea progettuale i cui sviluppi dovevano essere frutto unicamente della capacità degli studenti di creare percorsi che li portassero ad acquisire competenze e non solo conoscenze.

(…continua a leggere l’articolo…)

 


LA RASSEGNA DI “APPUNTAMENTO CON L’INNOVAZIONE”

29/09/2016 – Le esperienze di sperimentazione dell’ISS “C.E. Gadda” di Fornovo di Taro (Parma)
16/09/2016 – Al “don Milani” di Meda, un’esperienza di democrazia
29/07/2016 – Un’esperienza di didattica laboratoriale al Liceo “Maffeo Vegio” di Lodi
24/07/2016- Il Debate a distanza degli istituti “Solari” e “Taormina 1”
1/07/2016 – Tre idee per una nuova concezione del “fare scuola” – L’esperienza dell’IC “Gramsci-Rodari” (Sestu)
24/06/2016 –Innovare per migliorarsi –  Il progetto del liceo “Lucrezia della Valle” di Cosenza
17/06/2016 – Generare innovazione con l’idea TEAL – L’esperienza TEAL dell’Istituto Guglionesi (Campobasso) 

 

La prima parte della rubrica “Appuntamento con l’innovazione” è stata dedicata ai racconti di quelle esperienze che, pur non essendo entrate a far parte della “Galleria delle idee” del movimento delle Avanguardie Educative, costituiscono un esempio significativo e importante di cambiamento del modello didattico tradizionale. Questi gli articoli pubblicati: