Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

13 Ott 16

Ore 1476104400

Palermo

Eventi

A Palermo il seminario di contatto internazionale sull’educazione degli adulti In Erasmus+

di Elena Bettini, Pietro Michelacci, Angela Miniati

L’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, tra le varie iniziative formative e informative, organizza a Palermo, dal 13 al 15 ottobre 2016, il seminario di contatto internazionale Adult education in Erasmus+ to promote intergenerational and intercultural dialogue to build a society of inclusion and integration, allo scopo di favorire la cooperazione e migliorare la qualità dei progetti nell’ambito dell’Attività Chiave 2, partenariati strategici per il settore dell’educazione degli adulti. Si tratta di un’iniziativa che intende rafforzare l’impatto del programma Erasmus+ e rispondere alle priorità del programma, in particolare alle politiche dell’inclusione sociale degli immigrati che vivono in Europa. Il seminario coinvolgerà circa 50 partecipanti selezionati a settembre tra docenti, formatori, educatori, operatori sociali, volontari, istituzioni del settore formale e non formale dell’apprendimento degli adulti, provenienti da 15 Paesi diversi.

Contesto
L’aumento dei flussi di migrazione negli ultimi anni richiede un supporto per l’apprendimento individuale (lingue, conoscenze di base e valori delle società ospitanti) e l’apprendimento sociale (rafforzare la comprensione interculturale e il rispetto reciproco). Diventa sempre più urgente la necessità di garantire la comprensione condivisa delle problematiche nuove e complesse. Importante promuovere un nuovo paradigma culturale, incentivando azioni positive volte a valorizzare il ruolo attivo delle persone ed il rapporto di reciprocità fra generazioni che tenda a proseguire il senso di cittadinanza attiva nella diversità delle tradizioni e delle culture. Il senso di essere cittadini attivi in una società multiculturale e multietnica è al centro del seminario che vuole stimolare una riflessione sull’inclusione come cittadinanza attiva e partecipata.

Obiettivi
Le persone hanno bisogno di aggiornare le proprie competenze al fine di entrare e rimanere nel mondo dello studio e del lavoro, dove la conoscenza si fonda in parte sulle competenze interculturali. Il dialogo interculturale può e deve passare attraverso lo scambio e il confronto intergenerazionale tra adulti e giovani, nei luoghi condivisi, in famiglia, a lavoro, nella vita sociale e culturale. Le nuove politiche attive in Europa e nel mondo, dovranno essere in grado di migliorare le opportunità e gli incentivi per adulti con scarse competenze di base, in particolare per i migranti e i rifugiati, uomini e donne che da anni vivono e lavorano in paesi diversi al fine di costruire una piena cittadinanza attiva facendo proprie le diversità di culture diverse per un futuro migliore. Il programma Erasmus+ può contribuire alla crescita e sviluppo di nuovi approcci educativi rivolti agli adulti e i progetti possono essere un punto di partenza per migliorare l’alfabetizzazione, le competenze digitali dei cittadini, fornendo programmi per migliorare le competenze linguistiche e interculturali degli immigrati, favorendo l’inclusione sociale.
Lo scambio intergenerazionale, coniugato al dialogo interculturale, può essere un veicolo di trasmissione di competenze e conoscenze nate in contesti molto diversi. Queste le sfide del seminario europeo, un’occasione di condividere e trovare nuove politiche di inclusione nell’ottica di cooperazione internazionale.

 

Link utili: