• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

16 Nov 2016

Al MAXXI di Roma gli Stati Generali dell’Ambiente (22-23/11)

di Costanza Braccesi

L’educazione ambientale come fondamento di una crescita sostenibile, da diffondere attraverso una nuova consapevolezza pubblica nei confronti dell’ecosistema e con un forte impegno istituzionale per la diffusione delle buone pratiche tra le generazioni.

Con questo obiettivo si svolge, a 16 anni dalla prima, la seconda Conferenza Nazionale sull’educazione ambientale, gli “Stati Generali dell’Ambiente”: due giorni di dibattiti, il 22 e 23 novembre al Museo MAXXI di Roma, con ministri, istituzioni nazionali e internazionali, rappresentanti del mondo universitario, della ricerca, delle organizzazioni non governative, della società civile.

Nel primo giorno è in programma un’“Officina delle idee” avviata dal sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, con dodici tavoli di lavoro suddivisi per argomenti (dalla biodiversità al cambiamento climatico, dallo spreco alimentare al turismo/mobilità sostenibili) e gestiti da gruppi di esperti, di rappresentanti delle istituzioni e di stakeholder. Si procederà poi, per voce dei rapporteur di ogni tavolo, alla presentazione in plenaria dei risultati raggiunti.

Il secondo giorno i lavori proseguiranno con una conferenza pubblica alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e della titolare dell’Istruzione Stefania Giannini.

Partendo dalle conclusioni dei tavoli di lavoro emergerà un documento comune, un programma di impegni nel medio e lungo periodo per diffondere la cultura ambientale e trasmettere, in particolar modo ai più giovani, le basi del vivere sostenibile.

 

Link utili:

 

 

stati_ambientali-copia