Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Innovazione
11 gennaio 2017

Appuntamento con l’innovazione: le idee nella scuola “Galvani – Opromolla” di Angri (SA)

di Fabiana Bertazzi

Avanguardie educative è il movimento che intende trasformare il modello organizzativo e didattico della scuola italiana. Il progetto è stato avviato nel 2014 su iniziativa dell’Indire e di 22 scuole fondatrici e da allora oltre 460 istituti scolastici hanno deciso di prendervi parte, adottando una o più delle sue “idee”. A loro che, sotto la guida delle scuole capofila e del gruppo di ricerca dell’Indire, hanno deciso di mettersi al lavoro, sperimentando l’innovazione, dedichiamo uno spazio sul nostro sito, pubblicandone le testimonianze raccontate attraverso le parole dei suoi protagonisti. “Appuntamento con l’innovazione” diventa lo spazio online che settimanalmente darà voce ai racconti degli studenti e degli insegnanti che stanno sperimentando nuovi modi di fare scuola.

 

Nuovi scenari di apprendimento per una didattica per competenze
Scuola Secondaria di I grado “Galvani – Opromolla – Smaldone” – Angri (SA)
di Arianna Pisapia

La Scuola Secondaria di I grado “Galvani – Opromolla – Smaldone” nasce nel 2012 dalla fusione di tre scuole medie dislocate sul territorio angrese.
Nell’anno scolastico 2015/2016, in linea con il PNSD (azione #15 Scenari innovativi per lo sviluppo di competenze digitali applicate), nella nostra scuola sono state condotte sperimentazioni nell’ambito di tre scenari di apprendimento innovativi: Flipped Classroom (classe capovolta), Content Creation (creazione di contenuti) e Collaborative Learning (apprendimento cooperativo).  
Partendo dal presupposto che l’apprendimento significativo presuppone un percorso di analisi–rielaborazione–sintesi–produzione personale–valutazione di processo/prodotto da parte degli studenti, le classi III O e III P “hanno imparato facendo”.
La classe è stata “rovesciata”: a casa gli studenti hanno scaricato e visionato video, audio,contenuti interattivi, dispense appositamente preparate dal docente (materiali e-learning); in classe il tempo è stato dedicato ad attività collaborative, esperienze, dibattiti e laboratori. A questo ha fatto seguito il secondo scenario di apprendimento: la Content Creation. Il docente ha richiesto agli studenti la preparazione in gruppo (Collaborative Learning) di un prodotto digitale attraverso il quale spiegare la tematica precedentemente discussa.

 

 
 

I precedenti articoli di “Appuntamento con l’innovazione”:

21/12/2016 – La didattica per scenari dell’ITT “G.Malafarina” di Soverato (Catanzaro)
12/12/2016 – Il metodo Flipped dell’IC “P. Soprani” di Castelfidardo (Ancona)
24/11/2016 – Creare per apprendere al “Can. Samuele Falco” di Scafati (Salerno)
17/11/2016 – Dentro/fuori la scuola primaria dell’IC “Bozzano” di Brindisi 
11/11/2016 – L’esperienza “capovolta” dell’ITET “Don Luigi Sturzo” di Palermo
4/11/2016 – Aule laboratorio disciplinari al “L. da Vinci” di S. Giovanni in Fiore (Cosenza)
28/10/2016- Il Parco dei QR Code del “Raffaello Sanzio” di Bologna
24/10/2016 – Il debate alla scuola “Colombo” di Genova
14/10/2016 – Un match di parole: we debate all’IC “G. Leopardi” di Saltara (Pesaro Urbino)
06/10/2016 – Aule laboratorio disciplinari all’ISIS  di S. Giovanni Valdarno (Arezzo)
29/09/2016 – Le sperimentazioni del “C.E. Gadda” di Fornovo di Taro (Parma)
16/09/2016 – Al “don Milani” di Meda, un’esperienza di democrazia
29/07/2016 – Un’esperienza di didattica laboratoriale al Liceo “Maffeo Vegio” di Lodi
24/07/2016- Il Debate a distanza degli istituti “Solari” e “Taormina 1”
01/07/2016 – Tre idee per una nuova concezione del “fare scuola” – L’esperienza dell’IC “Gramsci-Rodari” (Sestu)
24/06/2016 –Innovare per migliorarsi –  Il progetto del liceo “Lucrezia della Valle” di Cosenza
17/06/2016 – Generare innovazione con l’idea TEAL al “Guglionesi” (Campobasso) 

 
La prima parte della rubrica “Appuntamento con l’innovazione” è stata dedicata ai racconti di quelle esperienze che, pur non essendo entrate a far parte della “Galleria delle idee” del movimento delle Avanguardie Educative, costituiscono un esempio significativo e importante di cambiamento del modello didattico tradizionale. Questi gli articoli pubblicati: