• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

30 marzo 2017

A Bologna il 3/4 un convegno su biblioteche scolastiche e promozione della lettura

di Costanza Braccesi

La rete e il digitale hanno profondamente cambiato l’approccio del lettore col testo. Oggi si parla infatti di social reading (o lettura condivisa), intendendo un tipo di lettura che offre possibilità più varie di quella su carta perché si basa su servizi online, siti e applicazioni che permettono di discutere e commentare insieme il libro mentre si legge. Ma è proprio vero che la lettura si è trasformata in un’attività sociale e condivisa grazie alle piattaforme social oppure rimane sostanzialmente un atto individuale? E come promuovere la lettura tra i giovani?

Nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair, si parlerà di biblioteche scolastiche e promozione della lettura anche con la ricercatrice Indire Raimonda Morani, nel corso del convegno “La biblioteca scolastica digitale: a che punto siamo?” (Fiera di Bologna, lunedì 3 aprile, orario 9,15-13, Sala Bolero).

Il suo intervento, Preparare i Biblio-prof per la biblioteca scolastica (anche) digitale, sarà l’occasione anche per presentare il corso di perfezionamento Biblioprof, parte integrante dell’offerta formativa messa in piedi dalla Italian University Line, l’ateneo telematico promosso dall’Indire e dall’Università degli Studi di Firenze.

Il corso, giunto quest’anno alla sua seconda edizione (iscrizioni aperte fino al 21 aprile), intende proprio sviluppare la sensibilità dei docenti verso la biblioteca scolastica e migliorare l’atteggiamento generale verso la lettura, grazie a moduli didattici dedicati a molteplici temi che vanno dalle attività laboratoriali in biblioteca alla storia dell’editoria e del libro, dalla biblioteca informatica a nozioni di management e di fundraising, con l’unico obiettivo di rilanciare la biblioteca della scuola come luogo di incontro e di arricchimento per studenti e docenti.

 

Altri link utili: