• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

26 aprile 2017

Appuntamento con l’innovazione: l’arte oratoria all’IPS “L. Milani” di Meda (MB)

di Fabiana Bertazzi

Avanguardie educative è il movimento che intende trasformare il modello organizzativo e didattico della scuola italiana. Il progetto è stato avviato nel 2014 su iniziativa dell’Indire e di 22 scuole fondatrici e da allora oltre 460 istituti scolastici hanno deciso di prendervi parte, adottando una o più delle sue “idee”. A loro che, sotto la guida delle scuole capofila e del gruppo di ricerca dell’Indire, hanno deciso di mettersi al lavoro, sperimentando l’innovazione, dedichiamo uno spazio sul nostro sito, pubblicandone le testimonianze raccontate attraverso le parole dei suoi protagonisti. “Appuntamento con l’innovazione” diventa lo spazio online che settimanalmente darà voce ai racconti degli studenti e degli insegnanti che stanno sperimentando nuovi modi di fare scuola.

L’Arte oratoria nelle scuole. Studenti alle cattedre
L’esperienza di sperimentazione dell’Istituto Professionale “L. Milani” di Meda (MB)
di Livia Vasile e Daniele Cannistrà

“La cultura è assorbita dal ragazzo attraverso esperienze individuali in un ambiente ricco di occasioni, di scoperta e di lavoro”.

Con queste parole l’educatrice, pedagogista M. Montessori ha sottolineato l’importanza di porre lo studente al centro del proprio processo di apprendimento.
Le didattiche innovative sono quello strumento che permette a ogni singolo alunno di concretizzare delle esperienze didattiche in un ambiente stimolante.
In linea con il Piano di Miglioramento stabilito ed approvato dal Collegio Docenti, nel corso del secondo quadrimestre, al “Don Milani” di Meda sono state messe in atto due metodologie innovative in due classi seconde. Seguendo l’idea di un’innovazione continua nell’Istituzione scolastica, il nostro Istituto si è tenuto al passo con i tempi attraverso un corso di autoaggiornamento tenuto dalla Vicepreside, la prof.ssa Paola Maria Perrino, e dal prof. Marcello Sinigallia, funzione strumentale per l’autovalutazione. Durante l’anno scolastico, si sono svolti più incontri, considerati momenti di confronto, tra quel gruppo di docenti che crede in nell’innovazione. L’obiettivo finale è stato la piena condivisione di queste metodologie da parte dei vari Consigli di Classe.
Per l’insegnante l’innovazione diventa stimolo continuo e la ricerca di nuove metodologie diventa un percorso naturale in quello che è un mestiere continuamente sollecitato da un mondo sempre più tecnologico. […]

Perché si sceglie di aderire ad Avanguardie Educative? Perché sperimentare didattiche innovative?

Perché il cambiamento all’interno di un’istituzione scolastica è doveroso e necessario. Perché la scuola per il ruolo che ha, anche a livello istituzionale, e per il ruolo che occupa nella vita dei nostri alunni, deve evolversi. Evolversi significa andare alla ricerca anche di percorsi educativi innovativi. Ecco perché come docenti abbiamo deciso di andare incontro al cambiamento proposto da Avanguardie educative; ed in particolare abbiamo trovato uno stimolo nello sperimentare la flipped classroom ed il debate.

 

(…continua a leggere l’articolo…)

 

I precedenti articoli di “Appuntamento con l’innovazione”:

10/03/2017 – Le sperimentazione didattiche al “S.Francesco D’Assisi” di Santeramo in Colle
17/02/2017 – Barcellona e Gaudì in arte e lingua spagnola all’IC “G.Verga” di Fiumefreddo
10/02/2017 – Apprendimenti consapevoli all’IC1 di Chieti
30/01/2017 – “Didattica laboratoriale” e “Debate”all’I.I.S. “Buontalenti C.Orlando” (Livorno)
20/01/2017 – L’anno all’avanguardia dell’IC “Arcola-Ameglia” (La Spezia)
07/01/2017 – Nuovi scenari di apprendimento al “Galvani-Opromolla-Smaldone” di Angri
21/12/2016 – La didattica per scenari dell’ITT “G.Malafarina” di Soverato (Catanzaro)
12/12/2016 – Il metodo Flipped dell’IC “P. Soprani” di Castelfidardo (Ancona)
24/11/2016 – Creare per apprendere al “Can. Samuele Falco” di Scafati (Salerno)
17/11/2016 – Dentro/fuori la scuola primaria dell’IC “Bozzano” di Brindisi 
11/11/2016 – L’esperienza “capovolta” dell’ITET “Don Luigi Sturzo” di Palermo
04/11/2016 – Aule laboratorio disciplinari al “L. da Vinci” di S. Giovanni in Fiore (Cosenza)
28/10/2016 – Il Parco dei QR Code del “Raffaello Sanzio” di Bologna
24/10/2016 – Il debate alla scuola “Colombo” di Genova
14/10/2016 – Un match di parole: we debate all’IC “G. Leopardi” di Saltara (Pesaro Urbino)
06/10/2016 – Aule laboratorio disciplinari all’ISIS  di S. Giovanni Valdarno (Arezzo)
29/09/2016 – Le sperimentazioni del “C.E. Gadda” di Fornovo di Taro (Parma)
16/09/2016 – Al “don Milani” di Meda, un’esperienza di democrazia
29/07/2016 – Un’esperienza di didattica laboratoriale al Liceo “Maffeo Vegio” di Lodi
24/07/2016 – Il Debate a distanza degli istituti “Solari” e “Taormina 1”
01/07/2016 – Tre idee per un nuovo modo dil “fare scuola”al’IC “Gramsci-Rodari” (Sestu)
24/06/2016 – Innovare per migliorarsi –  Il progetto del liceo “Lucrezia della Valle” di Cosenza
17/06/2016 – Generare innovazione con l’idea TEAL al “Guglionesi” (Campobasso) 

La prima parte della rubrica “Appuntamento con l’innovazione” è stata dedicata ai racconti di quelle esperienze che, pur non essendo entrate a far parte della “Galleria delle idee” del movimento delle Avanguardie Educative, costituiscono un esempio significativo e importante di cambiamento del modello didattico tradizionale. Questi gli articoli pubblicati: