• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Europa
15 maggio 2017

Scientix, la community europea per la promozione delle STEM

L'Indire è National Contact Point del progetto europeo coordinato da EUN

di Fabiana Bertazzi, Serena Goracci

Scientix è la comunità europea che promuove e sostiene la collaborazione tra insegnanti, ricercatori, decisori politici e professionisti che si occupano di educazione alle STEM, cioè alle discipline scientifiche (l’acronimo sta per Science, Technology, Engineering and Math).

Il progetto, coordinato da European Schoolnet con il supporto economico del programma quadro Horizon 2020 dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione, è nato nel 2009 per stimolare l’interesse e il coinvolgimento degli studenti nello studio delle materie scientifiche e ispirare, così, la prossima generazione di ricercatori. Mettendo in contatto tra loro insegnanti attivi su tutto il territorio europeo e investendo sulla loro formazione, il progetto intende valorizzare il ruolo dei docenti e diffondere metodologie didattiche innovative.

Grazie alla community di Scientix, gli insegnanti possono condividere nuovi approcci pedagogici, prendere spunto da buone pratiche e partecipare a progetti europei per migliorare le performance dei propri studenti nelle materie scientifiche e rilanciarne l’interesse, in vista di una futura carriera professionale in un settore in cui l’Unione Europea ha in programma di investire. Nell’ambito di Scientix, infatti, è stato pubblicato un repository online che raccoglie risorse didattiche utilizzabili in classe e progetti europei di educazione alle STEM.

Dal 2013 è stata attivata anche una rete di Punti di Contatto Nazionali che operano a livello nazionale e locale per diffondere in modo più capillare il progetto e garantire che le attività promosse vengano integrate nelle strategie politiche di ciascun Paese. Per quanto concerne l’Italia, questo ruolo è stato affidato all’Indire che è impegnato nella promozione della rete Scientix e delle attività ad essa legate, in maniera integrata e coordinata con le iniziative nazionali e nella selezione di risorse didattiche e di progetti italiani da pubblicare nel portale.

Un’altra figura di raccordo molto importante per la community è quella degli ambasciatori nazionali, docenti innovatori delle discipline scientifiche selezionati da European Schoolnet, che costituiscono punti di riferimento a livello nazionale e locale: danno informazioni su Scientix ai loro colleghi, li consigliano su come avviare collaborazioni e valutano materiali e strumenti pubblicati sul portale.

Il confronto fra i membri della community non avviene solo online sul portale: in questi 5 anni di attività sono state organizzate oltre 20 conferenze nazionali e due convegni internazionali che hanno richiamato in totale più di 5.000 persone. Eventi di questo tipo ricoprono una funzione strategica per il progetto non solo poiché consentono agli insegnanti di discutere e riflettere con altre figure professionali attive nel settore STEM (come ricercatori, educatori e policy maker), ma sono anche fondamentali per avviare partnership e collaborazioni.

 

La disseminazione delle STEM – Scientix utilizza diversi canali per disseminare idee, materiali e altre risorse didattiche tra cui:

  • il portale, un repository con oltre 4.700 risorse a disposizione che dà ai suoi utenti anche la possibilità di mettersi in contatto diretto attraverso forum e chat e di seguire webinar sull’educazione scientifica;
  • lo strumento di abbinamento che permette a ricercatori e responsabili di progetto di contattare i membri della comunità Scientix e di invitarli a collaborare a progetti e iniziative di educazione STEM;
  • il blog, che vede la collaborazione di diversi insegnanti di tutta Europa e che riporta eventi, notizie e opinioni su argomenti scientifici di attualità;
  • la newsletter, che con oltre 2.300 iscritti fornisce informazioni sulle iniziative in programma e argomenti inerenti all’educazione e alla ricerca;
  • il canale YouTube dedicato, con videointerviste a esperti e membri della community.

L’attività di disseminazione si avvale, inoltre, del potenziale comunicativo dei social media: dal 2010, ad esempio, è attivo l’account Twitter che ad oggi conta circa 4mila follower e il gruppo Facebook in cui i docenti iscritti si possono scambiare idee ed opinioni.

Per assicurare il pieno utilizzo di tutti i contenuti e dei materiali, Scientix assicura a tutti i suoi iscritti anche la possibilità di accedere ad un servizio di traduzione.

Il 25 gennaio 2017, Scientix ha ricevuto un riconoscimento internazionale dal progetto HundrED, l’organizzazione mondiale nata in Finlandia che si occupa di  individuare e sperimentare le migliori pratiche nel campo dell’istruzione per poi diffonderle a livello internazionale. Il progetto è stato selezionato come una tra le prime 10 migliori innovazioni del mondo.

Per info sulle attività promosse dall’Indire nell’ambito di Scientix: Maria Guida (m.guida@indire.it) e Serena Goracci (s.goracci@indire.it)

 

Vai al portale Scientix!

 

Per approfondire:

 

 

 

Il lavoro presentato in questo documento è supportato dal programma H2020 della Commissione europea – progetto Scientix 3 (Convenzione di sovvenzione N. 730009), coordinato da European Schoolnet (EUN). I contenuti del documento sono responsabilità unica dell’organizzatore e non rappresentano l’opinione della Commissione europea e la Commissione europea non è responsabile di qualsiasi uso possa essere fatto delle informazioni in esso contenute.