• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

25 maggio 2017

Appuntamento con l’innovazione: la didattica per scenari al “Marconi” di Paternò (CT)

di Fabiana Bertazzi

Avanguardie educative è il movimento che intende trasformare il modello organizzativo e didattico della scuola italiana. Il progetto è stato avviato nel 2014 su iniziativa dell’Indire e di 22 scuole fondatrici e da allora oltre 460 istituti scolastici hanno deciso di prendervi parte, adottando una o più delle sue “idee”. A loro che, sotto la guida delle scuole capofila e del gruppo di ricerca dell’Indire, hanno deciso di mettersi al lavoro, sperimentando l’innovazione, dedichiamo uno spazio sul nostro sito, pubblicandone le testimonianze raccontate attraverso le parole dei suoi protagonisti. “Appuntamento con l’innovazione” diventa lo spazio online che settimanalmente darà voce ai racconti degli studenti e degli insegnanti che stanno sperimentando nuovi modi di fare scuola.

La nostra esperienza con l’idea Didattica per Scenari
La sperimentazione dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Paterno’- Ragalna (Catania)
di Santa Rapisarda e Concetta Caccamo

L’Istituto comprensivo “G. Marconi” ha sede a Paternò in provincia di Catania.
Esso comprende tre tipologie di scuola: infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Questo tipo di struttura verticale ci ha permesso di ottenere risultati positivi per l’utilizzo combinato delle risorse, per la cooperazione, per la continuità, la didattica verticale, ecc.
La nostra scuola opera in un contesto che ha visto un graduale aumento del numero di minori figli di immigrati nati in Italia e inseriti regolarmente nel percorso scolastico.
Da qualche anno la scuola si è innovata tecnologicamente allestendo al suo interno una sala multimediale, una sala laboratorio per la lingua inglese e lavagne LIM disposte in quasi tutte le classi di primaria e secondaria di primo grado.
Tutto questo ci consente di scoprire le conoscenze, fare attività laboratoriali, favorire la relazione tra pari, la comunicazione tra gli attori, la condivisione, l’inclusività.
Abbiamo aderito a questo movimento per l’innovazione perché vogliamo fornire risposte sempre nuove e concrete ad una società della conoscenza in continuo divenire.
Il nostro obiettivo principale è quello di avviare la scuola, ed in particolare le nostre classi, in un percorso di cambiamento rivoluzionario nell’organizzazione della didattica, del tempo e dello spazio che coinvolga i bambini e che riaccenda in loro il desiderio di apprendere, limitando gli insuccessi della scuola tradizionale e la conseguente dispersione scolastica.
Tra le 12 idee proposte dal movimento Avanguardie Educative, opportunamente vagliate, abbiamo scelto di adottare nelle nostre classi 1^A e 3^A la “Didattica per scenari”.
Il gruppo per l’innovazione nella nostra scuola è formato da tanti docenti, ma per la scuola primaria ci e’ sembrato interessante citare l’esperienza in verticale operata da noi insegnanti di 1^ e 3^, Rapisarda Santa e Caccamo Concetta.
Abbiamo iniziato il percorso progettando una Learning story, partendo dalla metodologia per arrivare alla conquista del contenuto e dunque del sapere. Niente lezione frontale dunque, ma porre il bambino al centro del processo d’apprendimento, facendo sprigionare la sua creatività, valorizzando le sue proposte, la sua intraprendenza e il suo spirito di iniziativa che molto spesso reprimiamo.

 

(…continua a leggere l’articolo…)

 

I precedenti articoli di “Appuntamento con l’innovazione”:

26/04/2017 – L’arte oratoria all’IPS “Milani” di Meda (Monza-Brianza)
10/03/2017 – Le sperimentazione didattiche al “S.Francesco D’Assisi” di Santeramo in Colle
17/02/2017 – Barcellona e Gaudì in arte e lingua spagnola all’IC “G.Verga” di Fiumefreddo
10/02/2017 – Apprendimenti consapevoli all’IC1 di Chieti
30/01/2017 – “Didattica laboratoriale” e “Debate”all’I.I.S. “Buontalenti C.Orlando” (Livorno)
20/01/2017 – L’anno all’avanguardia dell’IC “Arcola-Ameglia” (La Spezia)
07/01/2017 – Nuovi scenari di apprendimento al “Galvani-Opromolla-Smaldone” di Angri
21/12/2016 – La didattica per scenari dell’ITT “G.Malafarina” di Soverato (Catanzaro)
12/12/2016 – Il metodo Flipped dell’IC “P. Soprani” di Castelfidardo (Ancona)
24/11/2016 – Creare per apprendere al “Can. Samuele Falco” di Scafati (Salerno)
17/11/2016 – Dentro/fuori la scuola primaria dell’IC “Bozzano” di Brindisi 
11/11/2016 – L’esperienza “capovolta” dell’ITET “Don Luigi Sturzo” di Palermo
04/11/2016 – Aule laboratorio disciplinari al “L. da Vinci” di S. Giovanni in Fiore (Cosenza)
28/10/2016 – Il Parco dei QR Code del “Raffaello Sanzio” di Bologna
24/10/2016 – Il debate alla scuola “Colombo” di Genova
14/10/2016 – Un match di parole: we debate all’IC “G. Leopardi” di Saltara (Pesaro Urbino)
06/10/2016 – Aule laboratorio disciplinari all’ISIS  di S. Giovanni Valdarno (Arezzo)
29/09/2016 – Le sperimentazioni del “C.E. Gadda” di Fornovo di Taro (Parma)
16/09/2016 – Al “don Milani” di Meda, un’esperienza di democrazia
29/07/2016 – Un’esperienza di didattica laboratoriale al Liceo “Maffeo Vegio” di Lodi
24/07/2016 – Il Debate a distanza degli istituti “Solari” e “Taormina 1”
01/07/2016 – Tre idee per un nuovo modo dil “fare scuola”al’IC “Gramsci-Rodari” (Sestu)
24/06/2016 – Innovare per migliorarsi –  Il progetto del liceo “L. della Valle” di Cosenza
17/06/2016 – Generare innovazione con l’idea TEAL al “Guglionesi” (Campobasso) 

La prima parte della rubrica “Appuntamento con l’innovazione” è stata dedicata ai racconti di quelle esperienze che, pur non essendo entrate a far parte della “Galleria delle idee” del movimento delle Avanguardie Educative, costituiscono un esempio significativo e importante di cambiamento del modello didattico tradizionale. Questi gli articoli pubblicati: