• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

23 giugno 2017

Disponibile gratuitamente il numero zero del mensile “Essere a scuola”

Al nuovo periodico, nato per l'aggiornamento professionale dei docenti, collaborano anche alcuni dei nostri ricercatori

di Fabiana Bertazzi

È appena uscito il numero zero di “Essere a scuola“, il periodico mensile dell’Editrice Morcelliana rivolto ai docenti del primo ciclo di istruzione (infanzia, primaria e secondaria di I grado) e finalizzato al loro aggiornamento professionale.

Diretta dal professor Pier Cesare Rivoltella, la rivista conta sulla collaborazione di esperti del settore educativo, tra cui i ricercatori Indire Elena Mosa, Pamela Giorgi e Francesca Pizzigoni, autori e membri del comitato redazionale. “Essere a scuola” si candida a essere uno strumento ricco di opportunità per la crescita professionale del corpo docente, offrendo spunti, informazioni e conoscenze su tematiche inerenti all’apprendimento e alla didattica.

Il mensile porta avanti l’idea dell’“esserci” dell’insegnante (da qui il nome), riferita al suo impegno nell’interagire con gli studenti, nel mantenere vivo un dialogo con loro per guidarli nel processo di acquisizione di conoscenze e competenze. «La convinzione che mi guida è che non ci siano i teorici e i pratici, e che allo stesso tempo non ci sia una pratica senza nessuna teoria che invece risiede nelle scuole. Quindi, l’idea che teoria e pratica siano in circolo sia nell’università che nella scuola, mi porta a pensare che il modello più virtuoso di ricerca didattica sia quello costruito su un’alleanza tra la scuola e l’università. I protagonisti saranno i genitori e saranno gli studenti, e lo saranno anche tutti gli operatori delle agenzie educative presenti nel territorio», afferma Pier Cesare Rivoltella, direttore del periodico e ordinario di didattica e tecnologie dell’Istruzione e dell’apprendimento all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Il numero zero della rivista (scaricabile gratuitamente) verte sulla cittadinanza digitale e su alcuni argomenti ad essa collegati, come la sicurezza in rete, il cyberbullismo, i linguaggi e gli approcci critici ai linguaggi mediali, lasciando spazio anche a riflessioni e interventi di esperti su valutazione e media education.

Il mensile è disponibile in abbonamento in formato cartaceo e  digitale.

 

Per approfondire: