• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Indire
27 settembre 2017

Inaugurata a Firenze Fiera Didacta, già partiti i primi workshop

La Ministra Fedeli: «Entusiasta e orgogliosa di aver portato questa manifestazione in Italia»

di Costanza Braccesi

">

Ha preso il via stamani, con il concerto dell’Orchestra Erasmus e con il benvenuto delle istituzioni coinvolte, la prima edizione italiana di Fiera Didacta, la manifestazione sulla “scuola del futuro” organizzata alla Fortezza Da Basso di Firenze dal 27 al 29 settembre.

Imponenti i numeri di questa prima edizione: 4.000 docenti iscritti ai 93 workshop in programma, 150 espositori nazionali ed esteri, un’area complessiva di 3.500 mq.

Presente alla cerimonia di inaugurazione la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, «entusiasta e orgogliosa di aver portato in Italia Didacta dopo 50 anni che si faceva solo in Germania».

La Ministra ha parlato della rivoluzione digitale attuale «che ha cambiato il modo di produrre, di consumare, di relazionarsi e che deve necessariamente modificare anche il modo in cui si apprende e gli ambienti fisici in cui lo si fa».

Per la Fedeli, «il digitale è un’autostrada dentro la quale va tutto e che dà oggi ai formatori una grossa responsabilità, quella di insegnare alle ragazze e ai ragazzi che in quest’autostrada, la Rete, si trovano anche fake news, saperi e competenze non certificati. In questo contesto la formazione del corpo docente e le nuove responsabilità della scuola sono al centro del processo innovativo».

«Didacta ha un’imponente parte scientifica fatta di 93 workshop, tutti al completo», ha dichiarato Giovanni Biondi, Presidente Indire. «In questi giorni qua dentro si dovrebbe riuscire a respirare l’innovazione. La nostra scuola è ancora troppo simile a quella che noi abbiamo vissuto da studenti, ed è rimasta immutata in un momento che vede invece rapide trasformazioni in tutti i settori».

Biondi ha però sottolineato il fatto che innovazione non significa né novità né invenzione: «Non basta uno smartphone in classe per cambiare la scuola. Abbiamo bisogno di vedere l’innovazione in termini globali, di trasformare il tempo e lo spazio dell’apprendimento, ed è proprio su quest’idea che è stato costruito il programma scientifico della fiera». Una trasformazione che deve essere globale, quindi, perché riguarda le architetture scolastiche, gli ambienti d’apprendimento, gli arredi, le metodologie e i libri di testo.

«Abbiamo bisogno di teste ben fatte, non ben piene», ha concluso Biondi citando il filosofo Edgar Morin.

La Ministra Valeria Fedeli con il Presidente Indire Giovanni Biondi

«La mostra è frutto di un lavoro di sinergie e collaborazioni di tutte le istituzioni che ha portato a grandi risultati, come ad esempio alla partecipazione attiva delle varie Regioni italiane, il commento dell’Assessora all’Istruzione della Regione Toscana, Cristina Grieco. Il nostro obiettivo è quello di far diventare Didacta Italia un punto di riferimento per l’Italia e per tutti i Paesi dell’area mediterranea».

«Didacta è un inno contro gli stereotipi di un’Italia che non funziona, un evento che abbatte le barriere ideologiche che vedono la scuola, le istituzioni e le imprese come mondi separati che non collaborano. Ma è anche la rappresentazione plastica del fatto che la scuola non è solo degli addetti ai lavori, degli insegnanti, dei dirigenti, delle amministrazioni o degli studenti: la scuola è del Paese, serve a tutti ed è fatta da tutti», ha dichiarato la Vicesindaca del Comune di Firenze Cristina Giachi ricordando Don Milani, secondo cui “l’insegnante è un profeta che deve saper leggere i segni del tempo”.

«Essere riusciti a portare per la prima volta fuori dalla Germania il più grande evento internazionale sul mondo della scuola – ha dichiarato il Presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi – è la prova tangibile di un sistema Italia che funziona. La nostra più grande soddisfazione è il riconoscimento da parte degli organizzatori tedeschi che per la prossima edizione in Germania si ispireranno a soluzioni viste a Firenze».

 

Clicca sulla foto per guardare la nostra gallery:

Fiera Didacta, mercoledì 27 settembre 2017. Inaugurazione & primo giorno

 

Fiera Didacta Italia è organizzata da FirenzeFiera in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e con Didacta International, grazie al supporto di Camera di Commercio italiana per la Germania (Itkam) e di Florence Convention & Visitors Bureau. Fiera Didacta Italia è patrocinata dal Miur, dal Dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Ambasciata della Repubblica Federale Tedesca in Italia, dal Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni, da Unioncamere e da Assocamerestero.

L’organizzazione dei workshop è curata dall’Indire che è partner scientifico della manifestazione, mentre l’università telematica IUL è partner tecnico.

 

Sito web della manifestazione: http://fieradidacta.indire.it

#FieraDidacta

Pagina Facebook Fiera Didacta Italia