• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

2 novembre 2017

Olimpiadi di Debate, il liceo “Spallanzani” di Tivoli è il vincitore della fase regionale

di Costanza Braccesi

La squadra “I Lazzaroni” del liceo scientifico Spallanzani di Tivoli (RM) ha vinto lo scorso 26 ottobre la fase regionale delle Olimpiadi di Debate, la competizione voluta dal Miur per contribuire a diffondere anche in Italia una pratica didattica ritenuta oggi di notevole efficacia in molti sistemi educativi del mondo.

Il Debate è una vera e propria gara organizzata secondo tecniche e regole precise che consente agli studenti, suddivisi in squadre, di sostenere o confutare una tesi utilizzando informazioni e argomentazioni pertinenti. Si tratta di una nuova metodologia che allena alla ricerca di dati, alla progettazione di tesi pro o contro, all’esposizione orale in pubblico, al confronto leale e al riconoscimento delle tesi e delle ragioni dell’altro. Il Debate può aiutare i giovani ad acquisire, oltre a una maggiore sicurezza in se stessi, anche una serie di competenze trasversali legate al saper risolvere i problemi e al saper prendere decisioni, all’organizzazione di una comunicazione efficace, al miglioramento delle proprie capacità relazionali e alla gestione dello stress e delle emozioni.

L’argomento iniziale individuato nel Debate è di solito tra quelli raramente affrontati nell’attività didattica tradizionale. Gli studenti che hanno partecipato al torneo regionale hanno ad esempio dovuto appoggiare o controbattere temi legati allo ius soli (Chi nasce in Italia è considerato a tutti gli effetti cittadino italiano?) e al nucleare (L’utilizzo delle centrali nucleari in Italia costituirebbe una valida fonte energetica?).

«Gli avversari del nostro liceo, altre otto scuole della Regione, non erano meno preparati e motivati dei nostri. Anche per noi docenti è stata un’esperienza nuova e coinvolgente: come giudici, abbiamo valutato i singoli dibattiti attraverso una griglia con punteggi relativi a contenuti, stile e strategia di ogni speaker e poi abbiamo fornito, immediatamente dopo la gara, un feedback alle squadre sui punti di forza e sulle criticità che abbiamo riscontrato», hanno raccontato Giusy Di Gennaro e Giovanna Mastroddi, due delle insegnanti che hanno preso parte all’iniziativa. Sono stati infatti alcuni dei docenti del liceo di Tivoli i primi a scegliere di mettersi in gioco in questa iniziativa: «Per alunni e docenti l’esperienza di formazione, allenamento e preparazione al Debate è stata estremamente interessante, tanto che si è deciso di introdurre questa metodologia in maniera curricolare e di dare vita anche a un torneo interno alla scuola».

Lo “Spallanzani” fa parte delle Avanguardie Educative, il movimento di innovazione Indire che ha individuato proprio nel Debate una delle 16 idee più innovative per dare vita a una didattica capace di motivare e coinvolgere gli studenti. Grazie al risultato ottenuto, lo “Spallanzani” rappresenterà le scuole del Lazio alle prime Olimpiadi nazionali di Debate che si svolgeranno a Roma dal 15 al 18 novembre.

 

Serena Greco (Indire) in questo video ci spiega cos’è il Debate:

 

Link utili: