• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

22 gennaio 2018

STEM for Youth: il progetto che avvicina gli studenti alla scienza e alla tecnologia

di Fabiana Bertazzi

“STEM for Youth” è il progetto europeo che promuove un approccio innovativo allo studio delle STEM, ovvero della scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. L’iniziativa vede coinvolti esperti e professionisti del mondo scientifico di 6 Paesi dell’Unione Europea (Polonia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca, Slovenia e Italia) impegnati nel trasformare lo studio delle discipline scientifiche al fine di renderlo più attrattivo. La premessa che ha visto nascere questo progetto poggia sull’idea che un Paese che investe sulle STEM skill assicura un futuro professionale ai propri giovani, perché fornisce loro una preparazione utile per affermarsi nel mondo del lavoro.

“STEM for Youth” offre risorse didattiche online, suddivise in 7 materie (matematica, fisica, medicina, scienza per i cittadini, astronomia, fisica e ingegneria) e costruite per spiegare i principi basilari di ciascuna disciplina, mettendone in evidenza le influenze nella vita quotidiana. Ciascun modulo, oltre a contenere le nozioni basilari, riporta anche esperimenti da fare in classe, attività, giochi e laboratori. Sulla sua piattaforma educativa, i docenti possono trovare, inoltre, toolkit con suggerimenti pratici per rendere lo studio più piacevole, attraverso l’organizzazione di visite a musei o festival delle scienze o attività da svolgersi all’aperto o al di fuori dei locali scolastici.

Tra i partner che sostengono l’iniziativa, è presente anche la Fondazione Umberto Veronesi che ricopre il ruolo di rappresentante dell’Italia. L’organizzazione, nata nel 2003 su iniziativa di Veronesi e di molti altri scienziati e intellettuali di fama internazionale, promuove la ricerca scientifica di eccellenza e progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza.

La Fondazione Veronesi ha curato tutta la sezione didattica dedicata alla medicina. Con l’aumento della vita media, è cambiato lo statuto epistemologico della medicina, che oggi guarda all’individuo nella sua particolarità di essere vivente con un patrimonio genetico che lo rende unico ed inserito in un contesto ambientale che lo influenza e ne determina lo stato di salute. Questa trasformazione ha fatto sì che, attualmente, la professione in ambito medico comprenda anche nuove figure come quella di analista dati, mediatore culturale ed esperto in biotecnologie. L’offerta didattica curata dalla Fondazione cerca, quindi, di ricoprire tutti i vari aspetti che interessano la medicina tra cui:

  • Big Data
  • Bioetica
  • Epigenetica
  • Medicina di genere
  • Genome editing
  • Medicina di precisione

Ciascun modulo comprende una presentazione PowerPoint e una traccia di approfondimento per l’insegnante, disponibile in lingua italiana e in inglese e richiede dalle 2 alle 4 ore per essere svolto in classe, lasciando ampia libertà di scelta sulle modalità di fruizione.

L’unico limite temporale è quello di utilizzare i moduli entro il 28 febbraio 2018.

 

Visita il sito ufficiale di “STEM for Youth”