• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

19 aprile 2018

Giovedì 19/04 presentazione di Erasmus+, eTwinning ed Epale alla delegazione del Ministero degli Affari Sociali libanese

di Elena Maddalena

Fino al 20 aprile una delegazione del Ministero degli Affari Sociali libanese, in occasione di una serie di visite di studio in alcune istituzioni  italiane, approfondirà alcune buone pratiche sviluppate in questi ultimi anni, in particolare per quanto riguarda le politiche sociali a livello nazionale per gli under 18.

Il 19 aprile alle 15 la delegazione arriverà a Firenze e, dopo una visita nella sede della Regione Toscana, sarà al Dipartimento di Scienze della Formazione e di Psicologia dell’Ateneo toscano, per partecipare al seminario “Esperienze di ricerca-intervento per l’integrazione e l’innovazione dei Servizi a favore di infanzia e giovani”.  All’incontro con docenti e ricercatori interverrà Lorenza Venturi, Capo Unità Epale dell’Agenzia Erasmus+ Indire.

Nell’occasione sarà presentata l’iniziativa pilota Erasmus+Virtual Exchange, lanciata quest’anno dalla Commissione Europea. Rivolta ai giovani tra i 18 e i 30 anni, residenti nell’Unione Europea e nella regione del Sud del Mediterraneo, ha l’obiettivo di ampliare le opportunità offerte ai giovani europei e a quelli della riva sud del Mediterraneo, secondo le politiche di vicinato EU, per promuovere il dialogo interculturale, il senso di cittadinanza e le possibilità di occupazione. Infine, verranno illustrati Epale, la piattaforma online multilingue europea rivolta al settore dell’educazione degli adulti, ed eTwinning, la più grande community europea di insegnanti attivi nei gemellaggi elettronici tra scuole. Il progetto promuove l’innovazione, l’utilizzo delle tecnologie nella didattica e la creazione condivisa di progetti didattici multiculturali tra istituti di Paesi diversi, sostenendo la collaborazione a distanza fra docenti e il coinvolgimento diretto degli studenti.

La visita, organizzata dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, vedrà la presenza di importanti rappresentanti delle istituzioni libanesi, tra cui Abdallah Ahamad, Direttore Generale del Ministero libanese degli Affari Sociali, Adnan Nasreddine, Capo dei Social Development Centres e Samal Chreim, Capo dell’Unità per la Protezione dell’Infanzia, entrambi del Ministero libanese degli Affari Sociali.