• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

12 Giu 18

Ore 16:00

Firenze

Vie de' Ginori 7

A Firenze la presentazione del catalogo del Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire “Per gioco e sul serio”

di Costanza Braccesi

Martedì 12 giugno a Firenze, alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana (via de’ Ginori 7, inizio ore 16), si terrà la presentazione del catalogo Per gioco e sul serio. Libri di ricreazione e libri di lettura del Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire (Firenze, 2018).

Il volume, curato da Pamela Giorgi, Irene Zoppi e Marta Zangheri, cataloga i circa 550 volumi e le 58 testate di periodici (comprensive di oltre 3mila fascicoli), pubblicati tra i primi anni dell’Ottocento e la prima metà del Novecento e presenti nel Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire, una realtà quasi unica nel panorama italiano a testimoniare la nascita e l’evolversi della letteratura per ragazzi e dell’editoria specializzata nel settore.

«La presenza nel Fondo Antiquario di Letteratura giovanile di grandi e famosi autori come Thouar, Parravicini, Collodi, Capuana, Salgari e Vamba, le diverse tematiche e la varietà editoriale, nonché la differenziazione dei destinatari dei libri, da quelli per i bimbi più piccoli fino a quelli per le giovinette completi di “istruzioni” per un comportamento consono al ruolo della donna, testimoniano il valore della raccolta», spiega nell’introduzione al volume Pamela Giorgi, ricercatrice Indire e responsabile dell’Archivio storico dell’Istituto.

Nell’esaminare i volumi, Marta Zangheri, ex bibliotecaria della “Marucelliana” di Firenze, e Irene Zoppi, collaboratrice nell’Archivio storico Indire, si sono soffermate in modo particolare sulle illustrazioni che accompagnano le opere presenti nel Fondo: da quelle di albi, novelle e filastrocche per i più “piccini”, alle varie edizioni illustrate di Pinocchio, fino a quelle inserite nei racconti per i giovani, nei testi destinati alle “giovinette” e nei periodici per ragazzi del Novecento.

Per il pedagogista Franco Cambi, presente nel volume con un suo contributo, da questo catalogo possono svilupparsi interessanti itinerari didattici. Si tratta infatti di «testi da far conoscere, maneggiare e interrogare giocando con le immagini e comparando i diversi modi di raffigurazione». Il materiale è talmente vario, sottolinea Cambi, che può fungere anche in classe da «piccolo cantiere per sviluppare un modello dell’immaginario da confrontare con quello che emerge dai media attuali, responsabili di omologazione immaginativa già a cominciare dalla prima età».

(Clicca sull’immagine per ingrandire la locandina)

A introdurre l’incontro di martedì 12 sarà Diana Marta Toccafondi, responsabile della Soprintendenza Archivistica per la Toscana. Pamela Giorgi ripercorrerà il percorso di valorizzazione del patrimonio documentario e bibliografico Indire, mentre Franco Cambi guiderà tra testi e iconografie presenti nel Fondo, alla ricerca di possibili itinerari didattici. Marta Zangheri e Irene Zoppi presenteranno il catalogo e Carla Ida Salviati, studiosa di storia dell’editoria e a lungo direttrice dei periodici scolastici di Giunti, chiuderà l’incontro con un intervento sul futuro dell’editoria giovanile.

Il Fondo Antiquario di Letteratura giovanile costituisce un prezioso segmento della sezione di Letteratura giovanile che conta circa 40mila volumi, a sua volta facenti parte di un ancora più ampio fondo bibliografico costituito da oltre 80mila volumi di ambito scolastico e pedagogico. Il lavoro di catalogazione del Fondo Antiquario si colloca nel quadro di riqualificazione dell’intero patrimonio bibliografico-documentario dell’Indire. L’auspicio è infatti che questa prima schedatura sia solo l’inizio di una serie di attività che favoriscano la valorizzazione e la conoscenza, anche attraverso la sua messa in rete, dell’intero patrimonio librario dell’Istituto.

 

 

Altri link utili sulla storia e sul patrimonio storico Indire: