• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

13 giugno 2018

Online il catalogo del Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire

di Fabiana Bertazzi

È stato presentato ieri a Firenze il catalogo Per gioco e sul serio. Libri di ricreazione e libri di lettura del Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire (Firenze, 2018).

Il volume, curato da Pamela Giorgi, Irene Zoppi e Marta Zangheri, cataloga i circa 550 volumi e le 58 testate di periodici (comprensive di oltre 3mila fascicoli), pubblicati tra i primi anni dell’Ottocento e la prima metà del Novecento e presenti nel Fondo Antiquario di Letteratura giovanile Indire, una realtà quasi unica nel panorama italiano a testimoniare la nascita e l’evolversi della letteratura per ragazzi e dell’editoria specializzata nel settore.

L’evento di presentazione è stato aperto da Diana Marta Toccafondi, responsabile della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica per la Toscana che ha ringraziato l’Indire per il supporto che fornisce nella tutela del patrimonio storico. A seguire, Pamela Giorgi ha introdotto ai presenti il lavoro biennale di analisi del Fondo Indire che ha dato vita al catalogo. La ricercatrice ha affermato che «il lavoro di catalogazione del Fondo Antiquario si colloca nel quadro di riqualificazione dell’intero patrimonio bibliografico-documentario dell’Indire. L’auspicio è, infatti, che questo primo segmento di schedatura sia solo l’inizio di una serie di attività che favoriscano la valorizzazione e la conoscenza, anche attraverso la sua messa in rete, dell’intero patrimonio librario dell’Istituto». Il Fondo analizzato è costituto da alcuni di quei prodotti delle scuole “nuove” facenti parte della Mostra didattica nazionale che, nel 1925, segnò la nascita dell’Indire e testimoniano non solo la vita istituzionale dell’Ente, ma anche la sua precisa scelta di raccontare il cambiamento dell’approccio educativo e delle forme di apprendimento.

Tra gli interventi, quello di Franco Cambi, docente di Pedagogia generale e sociale dell’Università degli studi di Firenze, che ha collaborato alla stesura del libro. Il professore ha sottolineato come “la letteratura infantile sia stata fondamentale nella formazione delle varie generazioni. Le immagini e le illustrazioni sono stati strumenti chiave per allenare il pensiero libero, aiutando i giovani a sviluppare una dimensione visionaria e non solo realistica della vita”.

Le curatrici Marta Zangheri e Irene Zoppi hanno fatto una carrellata dei libri più rappresentativi della raccolta, che bene raccontano il passaggio dall’educare “moraleggiando” all’educare “divertendo”, evidenziando il ruolo cruciale delle illustrazioni in questa evoluzione. A chiusura dell’evento i saluti di Carla Ida Salviati, una fra le maggiori esperte italiane di lettura per l’infanzia e membro della giuria per il premio Andersen 2018.

 

 

Sfoglia la versione digitale del catalogo!