• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

16 Nov 2018

Istruzione degli adulti, avviato il monitoraggio dei centri territoriali

L’indagine è condotta dall'Indire per conto del Miur. 128 le strutture coinvolte in Italia

di Luca Rosetti

Al via la quarta edizione del monitoraggio P.A.I.D.E.I.A., il Piano di Attività per l’innovazione dell’Istruzione degli Adulti. La ricerca, che si concluderà a metà dicembre, è rivolta a 128 CPIA (Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti) presenti sul territorio italiano. L’indagine è realizzata dall’Indire per conto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Obiettivo del monitoraggio è approfondire le attività dei singoli centri, con particolare riferimento alla composizione dell’offerta formativa e alla realizzazione di eventuali azioni aggiuntive.

«L’indagine appena avviata – dichiara Fausto Benedetti, ricercatore Indire – presenta molte novità rispetto al passato. Infatti, abbiamo standardizzato e semplificato la compilazione del questionario, utilizzando una procedura gestita completamente online per facilitare la partecipazione dei CPIA. Questo approccio ci permetterà di elaborare i dati in modo più veloce e di proporre, se necessario, interventi per migliorare la qualità e l’efficacia delle azioni da parte dei centri territoriali».

Il questionario è realizzato su standard definiti insieme al MIUR ed è personalizzato in base alle attività che sono state finanziate per ciascun Centro. Un’altra novità riguarda i destinatari, in particolare i CPIA che operano negli Istituti Penitenziari e dei Centri di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo – CRS&S.

Per la compilazione del questionario, ogni Centro riceve le credenziali e accede al monitoraggio attraverso gli ambienti di rilevazione su una piattaforma dedicata. Per il supporto dei CPIA è stato attivato un help desk con un team di esperti all’indirizzo help-paideia4@indire.it.