logo DIA Dia - home

BANCADATIIndire

Banca dati di Immagini per la Didattica

Scheda Completa

Lo sfruttamento dei bambini nelle miniere boliviane

Descrizione

L'immagine denuncia lo sfruttamento dei bambini che lavorano nelle miniere di argento e rame a Potosi in Bolivia; foto scattata nell'agosto del 1992. Nel rapporto "Un carico troppo pesante: il lavoro dei bambini nelle miniere e nelle cave", redatto nel 2004 dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro (appartenente all'ONU e meglio conosciuta con l'acronimo inglese ILO) Ŕ scritto: "I bambini che lavorano nelle miniere e nelle cave mettono a rischio la propria salute, la propria sicurezza e il proprio futuro. Secondo le stime sono circa un milione e, in alcune parti del mondo, il loro numero Ŕ in crescita. A causa dei pericoli che comporta, il lavoro dei bambini nelle miniere e nelle cave Ŕ considerato altamente pericoloso al punto che la Convenzione 182 sulle 'Forme Peggiori di Lavoro Minorile' sollecita intereventi con prioritÓ d'urgenza. Quasi tutti i bambini minatori lavorano in miniere artigianali, di piccole dimensioni, la cui collocazione, principalmente in aree remote e difficili da raggiungere, rende ardua la regolamentazione e l'assistenza. Il lavoro Ŕ pericoloso. I bambini minatori scavano ed estraggono minerali dalle miniere sotterranee; si tuffano nei fiumi e nei tunnel allagati; trasportano pietre e carbone sulle proprie spalle o con carriole nelle miniere di superficie. Spaccano pietre in pezzi pi¨ piccoli e, nel caso delle miniere d'oro, spesso frantumano la roccia e la mischiano al mercurio per estrarre l'oro".

Descrittori lavoro minorile; sfruttamento; minatore; miniera; bambino

Identificatori di luogo Potosi (Bolivia)

Identificatori cronologici 1992

Aree tematiche Politica - Amministrazione - SocietÓ

Curatori della selezione Grossi, Edoardo

Ente fornitore dell`immagine: Olycom S.p.A.    Creative Commons: attribuzione-non commerciale-non opere derivate 2.5 Italia

Sito web www.olycom.it