Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
INIZIATIVE PER LA SCUOLA

Concorso U4energy: impariamo a scuola a risparmiare energia!

Il 13 ottobre a Napoli la premiazione della competizione pan-europea organizzata dalla Commissione Europea

di Nerina Milletti
04 Ottobre 2011

L'energia una propriet, inerente la stessa esistenza fisica dei corpi, che pu essere definita in pi modi. Non ne conosciamo infatti l'esatta natura, ma sappiamo che l'energia serve per compiere quello che in fisica si chiama lavoro; il che, in parole povere, vuol dire che l'energia indispensabile per qualsiasi attivit. Come ci insegna la termodinamica, l'energia non si distrugge e quindi non dovremmo avere nessun problema, ma le cose non stanno proprio cos...

Infatti, l'energia di cui disponiamo, trasformandosi, si degrada in forme non pi utilizzabili; perci non possiamo permetterci di "sprecarla" consumandone pi del necessario o dissipandola in calore sia nel processo di produzione (che in realt una trasformazione da una forma all'altra di energia) che in quello di trasporto, spesso creando danni ecologici che dovranno essere rimediati con costi pi o meno alti.

Immagine tratta dall'archivio DIA di IndireQuesta questione deve essere affrontata a livello sistemico, con modelli di sviluppo economico, industriale e agricolo tali da non imporre sconsiderati e sempre crescenti consumi energetici e che contemporaneamente prevedano l'impiego delle cosiddette energie rinnovabili (eolica, solare, ecc.). Ma possibile fare qualcosa anche a livello individuale o di comunit locale: illuminare gli edifici con l'energia elettrica indubbiamente un vantaggio rispetto a usare torce e candele, ma invece delle vecchie lampadine a incandescenza vanno usate quelle fluorescenti che, a parit di energia consumata, emettono una quantit di energia luminosa superiore. Cos per il riscaldamento (non dobbiamo lasciarlo acceso quando non serve o tenerlo a una temperatura troppo alta; dobbiamo migliorare l'isolamento termico di tetti, pareti e infissi e usare caldaie pi efficienti, ecc.) o per l'uso di tutti gli altri elettrodomestici.

Risparmiare energia pu sembrare solo una saggia precauzione o una forma di parsimonia ma, come la drammatica chiusura delle centrali nucleari in Giappone ci ha dimostrato, pu divenire una necessit anche nei paesi pi ricchi. Il risparmio energetico si pu imparare anche sui banchi di scuola; in questo caso la riduzione degli sprechi, dati i minori costi sostenuti, potrebbe tradursi in benefici concreti per gli istituti scolastici stessi.

Benvenute dunque iniziative europee come U4energy, la prima competizione pan-europea sulleducazione energetica organizzata dalla Commissione Europea per promuovere l'educazione al risparmio energetico nelle scuole premiando i migliori percorsi di informazione e di sensibilizzazione contro gli sprechi. Il concorso  aperto alle scuole dei 27 Stati membri dell'Unione europea e a quelle di Norvegia, Croazia, Islanda e Liechtenstein.

Le candidature per le tre sezioni del concorso (A: Misure di efficienza energetica a scuola; B: Migliori azioni pedagogiche di sensibilizzazione all'uso efficiente dell'energia; C: Migliori campagne di sensibilizzazione all'efficienza energetica) presentate attraverso un modulo online sul sito di U4 energy sono state valutate, secondo criteri uniformi, in due tornate di giudizio da un'apposita giuria nazionale composta da esperti della materia. Tra tutti i vincitori a livello nazionale, una giuria europea selezioner poi i sei finalisti a livello europeo, primi e secondi classificati, che saranno invitati alla cerimonia di premiazione europea a Bruxelles alla presenza del Commissario Europeo per l'energia Gnther Oettinger. Ma siccome tutti i partecipanti al concorso hanno lavorato per un ambiente pi sostenibile, da questo punto di vista sono tutti vincitori!

Immagine tratta dall'archivio DIA di IndireL'Italia ospita la premiazione di sei dei Paesi che hanno concorso all'iniziativa; in tre analoghe cerimonie, che si svolgeranno in Lituania, Bulgaria e Spagna, saranno premiate le scuole vincitrici a livello nazionale degli altri Paesi.

"Ambassador" italiano dell'iniziativa  l'ANSAS, che ha coordinato lo svolgimento delle varie fasi e la valutazione dei lavori presentati dalle scuole italiane.

La cerimonia si svolger il 13 ottobre 2011 a Napoli alle 18.30 presso la Citt della Scienza, in concomitanza con la manifestazione "Tre giorni per la scuola". Le scuole italiane che riceveranno il premio a Napoli insieme a quelle di Austria, Repubblica Ceca, Croazia, Malta e Slovenia sono: la Scuola Primaria "Mario Longhena" di Bologna per categoria A (Misure di efficienza energetica a scuola); l' I.I.S. "Alessandrini-Marino" di Teramo per la categoria B (Azioni pedagogiche per aumentare la consapevolezza sull'uso pi efficiente dell'energia) e l'Istituto Tecnico "Costa" di Lecce per la categoria C (Campagna di pubblicizzazione per il risparmio energetico). Congratulazioni alle scuole vincitrici! 

gi possibile inviare le nuove candidature per l'anno 2011/2012 sul sito web del progetto all'indirizzo www.u4energy.eu, dove gli insegnanti possono trovare anche risorse (esperimenti, unit didattiche, ecc.) utili per affrontare il tema dellefficienza energetica in classe. 
Vedi il programma completo della manifestazione.

 
Articoli correlati

Un convegno dedicato alla voglia di sperimentare
di Raffaella Carla Ragaglini (11 Novembre 2014)

Piccolo è meglio? Si, ma...
di Stefano Penge (14 Ottobre 2014)

La settimana europea della programmazione
di Giovanni Nulli (13 Ottobre 2014)

Coding e scuola primaria
di Caterina Moscetti (13 Ottobre 2014)

Wedebate: un'esperienza in Rete, con e senza filosofia
di Angela Nadia Cattaneo (29 Settembre 2014)

Imparare a disputare per imparare a convivere
di Raffaella Dal Moro (15 Settembre 2014)

Il Primo Torneo Nazionale Palestra di Botta e Risposta
di Adelino Cattani (01 Settembre 2014)

Il dibattito filosofico a scuola
di Luca Bianchi (01 Settembre 2014)

Intervista a Manuele De Conti
di Francesco Vettori (12 Agosto 2014)

Il progetto Elos
di Maria Giuseppa Lo Bianco (19 Maggio 2014)

L'esperienza in prima persona della controversia
di Francesco Vettori (14 Maggio 2014)

Da gioco del contraddittorio a percorso formativo
di Claudia Cristoforetti (14 Maggio 2014)

La verifica di una sperimentazione a scuola
di Laura Simeon (14 Maggio 2014)

Concorso multimediale HUB School
di Isabel de Maurissens (02 Aprile 2014)

Laula sperimentale Feng Shui dellI.C. San Giorgio
di Ugo Zavanella (01 Aprile 2014)