Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
FORMAZIONE

La riscoperta di un'arte antica per una scuola innovativa

Se n' parlato a Indire nel Convegno Debate Una nuova pratica didattica per rafforzare le competenze

di Rudi Bartolini
07 Febbraio 2014

Lo scorso 27 gennaio, presso Indire, si è svolto il Convegno “Debate – Una nuova pratica didattica per rafforzare le competenze, il primo di una serie di appuntamenti volti ad approfondire alcune tematiche afferenti l’innovazione nella scuola.

L’evento, attraverso la presentazione dell’esperienza dell’Istituto Pacioli di Crema sviluppata in collaborazione con il team del MIT di Boston (USA), ha mostrato come si svolge la pratica didattica del Debate approfondendone le peculiarità formative.

 


"Lo scopo di una discussione o di un dibattito non deve essere la vittoria, ma il miglioramento" (Joseph Joubert).


ll Debate si è affermato con successo nel mondo anglosassone, si basa sull’esercizio al dibattito e sviluppa competenze linguistiche, logiche e relazionali. Si svolge con tempi e regole precise e vede il confronto fra due squadre di studenti che difendono opinioni contrapposte su un argomento assegnato. Al termine l’insegnante valuta la prestazione sotto vari aspetti e assegna un voto che misura le competenze raggiunte.
Gli studenti imparano così a ricercare e selezionare le fonti, ascoltare attivamente, argomentare, fondare e motivare le proprie tesi, lavorare in gruppo, parlare in pubblico (anche in lingua inglese).

Il Debate, dunque, ha sia obiettivi didattici, quali:

  • capacità di sapere strutturare un discorso logico, finalizzato alla persuasione;
  • capacità di sapere ricercare e selezionare le fonti, anche attraverso risorse multimediali online;
  • capacità di approfondire alcune tematiche legate alla cultura generale e all’attualità;

che obiettivi educativi:

  • favorire l’acquisizione della consapevolezza, delle responsabilità e dei diritti essenziali per vivere in una comunità;
  • aiutare a sviluppare la conoscenza, la comprensione e gli atteggiamenti corretti di cui i membri di una comunità necessitano per dare un contributo attivo alla democrazia della comunità stessa;
  • favorire il rispetto del punto di vista altrui.

 

 

 

Il Convegno si è aperto con l’intervento di Giovanni Biondi, Presidente Indire, che ha introdotto la pratica del Debate evidenziandone le peculiarità innovative:


 


Laura Linzitto e Paola Severgnini - rispettivamente docente di inglese e collaboratrice vicarioa e responsabile del progetto internazionalizzazione dell'ITS Pacioli – hanno illustrato la loro esperienza di Debate, il ruolo che questo svolge a scuola e i cambiamenti didattici e organizzativi che ha introdotto

 


 


E’ stato poi il turno dell’intervento in videocollegamento di Serenella Sferza, Co-Direttore del MIT-Italy Program, che ha spiegato com’è nata la collaborazione con l’Istituto Pacioli e come opera il MIT-Italy Program.

 


La parola è passata agli studenti del MIT che hanno approfondito la pratica del Debate collocandola in un quadro internazionale:

 


Successivamente, sono stati mostrati alcuni documenti metodologici e tecnici impiegati dall’Istituto Pacioli per sviluppare i dibattiti, strutturarne la programmazione disciplinare e la valutazione.

 

 

Il confronto si è allargato con la presentazione di altre esperienze di Debate e di scuole innovative:

 

 

Infine, le conclusione del Presidente Giovanni Biondi:

 

 


Il Convegno può essere rivissuto anche attraverso questo breve slideshow, che ne restituisce i momenti salienti.

 
Articoli correlati

'L'apprendimento alternato per gli studenti del Nuovo Millennio'
di Redazione (28 Settembre 2015)

Memory Safe: i primi risultati
di Fausto Benedetti (31 Luglio 2015)

Scuola, compattare l'orario... si può!
di Stefania Chipa e Lorenza Orlandini (10 Luglio 2015)

eTwinning Traineeship all'Università degli Studi di Firenze
di Vanna Boffo (22 Giugno 2015)

La statistica nella formazione M@t.abel dell'Indire
di Redazione (09 Giugno 2015)

Contenuti Didattici Digitali e Libri di testo: quando il manuale non si porta più a mano
di AA.VV.* (29 Maggio 2015)

Formazione degli insegnanti, verso la costruzione di un continuum
di Maria Chiara Pettenati e Francesca Brotto (15 Maggio 2015)

Migliorare la scuola: modelli ed esperienze
di Rudi Bartolini (29 Aprile 2015)

La scuola come sistema aperto
di A. Anichini, S. Chipa, L. Orlandini (10 Aprile 2015)

La penna 3D, imparare costruendo e manipolando le figure geometriche
di Linda Giampieretti (02 Aprile 2015)

L'esperienza del Museo virtuale Indire
di Pamela Giorgi (25 Marzo 2015)

Innovazione, apprendere in modo attivo con le tecnologie
di Silvia Panzavolta (06 Marzo 2015)

E-CLIL: insegnare in lingua straniera con le tecnologie digitali
di Rudi Bartolini (23 Febbraio 2015)

Metodologia CLIL e innovazione didattica
di Letizia Cinganotto (03 Febbraio 2015)

Perché aderire al Movimento delle Avanguardie educative
di Lorenza Orlandini (26 Novembre 2014)