Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
E-LEARNING

Isfol: Il blended learning è l'e-learning che funziona

Antonio Gallo, dell'Istituto per la formazione dei lavoratori, esperto di formazione a distanza nella pubblica amministrazione, trae un bilancio

di Claudia Chellini
24 Settembre 2003

In occasione del convegno "E-learning, apprendimento, societ della conoscenza" tenutosi a Firenze il 5 settembre scorso, abbiamo voluto approfondire il discorso sull' e-learning con Antonio Gallo - esperto di formazione a distanza nella pubblica amministrazione, dell'Isfol.


L'ISFOL (Istituto per la formazione dei lavoratori) (www.isfol.it) si occupa fin dalla fine degli anni Settanta di ricerca scientifica sulla formazione professionale, in collaborazione con il Ministero del lavoro, altre amministrazioni dello stato e le regioni. In questa veste, lIsfol si interessato delle-learning per la formazione professionale e in particolare di formazione dei formatori attraverso il progetto FADOL (www.fadol.it

Nella nostra conversazione, Gallo ha sottolineato limportanza della personalizzazione del percorso formativo per avere un e-learning di qualit.

Come si pu valutare quali siano i benefici che sono stati tratti dagli utenti formati in e-learning?

Malgrado esistano alcune ricerche ed alcuni modelli, questi non sono ancora n consolidati, n utilizzati in maniera diffusa. Per questo lIsfol nei prossimi mesi si occuper di produrre un manuale per valutare i vari progetti. Lo scopo di arrivare a 'monitorare lutente attraverso il processo formativo', servendoci delle molteplici tecnologie utilizzate fino a questo momento. 

Il ritorno allaula dopo un periodo di autoformazione o di formazione online assistita da un tutor, ovverosia il blended learning di cui si parla tanto, potrebbe essere per esempio un modello formativo capace di valutare se lutente ha veramente appreso.

 

E questa potrebbe essere la risposta alle critiche di chi giudica le-learning non molto umano?

Il futuro miscelare aula, presenza, apprendimento collaborativo, auto-apprendimento. Il mix di tutto questo potrebbe essere le-learning che funziona.

 

Dal punto di vista dei costi questa miscela costa di pi?

Questo un errore che continuiamo a ripetere. Continuiamo a pensare che fare e-learning, fare formazione a distanza, possa servire ad abbattere i costi. In realt non possiamo pensare alla formazione solo dal punto di vista dellabbattimento dei costi. In alcune grandi aziende labbattimento dei costi c stato, ma sono casi. Soprattutto per chi opera nella pubblica amministrazione quello che conta laccrescimento professionale dellindividuo e laver acquisito nuove competenze. Puntare troppo sulla riduzione dei costi pu essere negativo, anche se nel lungo periodo ci sar anche questo effetto.

 

In Italia sono mature le condizioni per lutilizzo delle-learning?

LOsservatorio Anee [Associazione Nazionale dell'Editoria Elettronica. N.d.R.] ha rilevato che c stata una crescita del 100% degli investimenti fatti sulle-learning. 

Nella Pubblica Amministrazione se ne parla molto e ci sono molte esperienze in corso. Alcune Regioni, al pari della Pubblica Amministrazione Centrale, stanno lavorando per implementare una direttiva che dia linee guida progettuali per chi nella PA intenda fare percorsi di e-learning. Tutto questo fa pensare che ci siamo: le tecnologie sono sicuramente mature e le istituzioni sono pronte per accettare percorsi formativi in e-learning.

 

 
Articoli correlati

PON MATEMATICA: un esempio di blended elearning
di Nadia Colombo (05 Maggio 2010)

Cl@ssi 2.0: il ruolo delle Università nel progetto
di Roberto Maragliano (09 Marzo 2010)

Progetto Cl@ssi2.0: protagoniste le classi!
di Daniele Barca (09 Marzo 2010)

Il contributo dellANSAS-Piemonte a Cla@ssi 2.0
di Giuseppe Cagni (09 Marzo 2010)

La valutazione nella progettazione didattica
di Francesca Storai (01 Febbraio 2010)

L'apprendimento espanso
di Giusy Cannella (01 Febbraio 2010)

Coach, chi era costui?
di Elena Mosa (27 Gennaio 2010)

Insegnare, fra tecnologia e innovazione
di Rudi Bartolini (06 Novembre 2009)

Tutor, E-Tutor, Coach...Quale ruolo per quale scuola?
di Rudi Bartolini (29 Ottobre 2009)

Bando di selezione Tutor
di Rudi Bartolini (11 Marzo 2009)

I nuovi Monitoraggi Puntoedu
di Francesco Vettori (26 Febbraio 2009)

La Formazione Neoassunti 2008: il report
di Francesco Vettori (26 Febbraio 2009)

La Formazione Digiscuola 2008: il report
di Tania Iommi (26 Febbraio 2009)

Scuola Digitale con le Lavagne Interattive Multimediali
di Laura Parigi (13 Gennaio 2009)

Lavagne Interattive Multimediali: distribuzione alle scuole
di Laura Parigi (19 Dicembre 2008)