logo Agenzia Scuola logo MIUR



Il progetto Orientmuse

Intervista al Prof. Antonio Tinelli, docente titolare della cattedra di clarinetto presso il Conservatorio di Musica “E.R. Duni” di Matera, che ha progettato e diretto il Progetto Orientmuse - “La consapevolezza di scelta e l’implementazione di un efficace servizio formativo nel mondo dell’arte” nell’ambito del PON “Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione”2000-2006 Ob. 1, Misura III.5, Avviso n°2269/2005 attuato dal Conservatorio di Musica “E.R.Duni” di Matera.


Nella presentazione del Vostro progetto si dice di “considerare la formazione come leva strategica per sostenere il cambiamento culturale”: che cosa ha comportato questa convinzione di fondo e quali risultati avete per ora ottenuto?

La conoscenza, l’acquisizione di abilità e la consapevolezza sono elementi determinanti per rinforzare e consolidare la responsabilizzazione di uno studente rispetto alle scelte professionali e all’individuazione delle migliori condizioni per interfacciarsi con il mondo produttivo e lavorativo.
Il settore artistico, caratterizzato soprattutto dalla capacità creativa ed inventiva, si 11.jpgproietta verso la ricerca e l’individuazione di nuovi e rinnovati approcci sperimentali per rivalutare e riqualificare il ruolo e l’offerta culturale dell’artista al fine di garantirne la sostenibilità sociale ed economica.
Indispensabile, dunque, risulta essere un adeguato percorso integrato di studio per assicurare una formazione che corrisponda alle esigenze del mercato del lavoro. La formazione dei docenti orientatori e del personale addetto all’orientamento, i corsi sulle nuove tecnologie applicate alle discipline musicali e sul management culturale, i Seminari di preparazione alla scelta dei percorsi di studio e lo Sportello Impresa on-line, sono solo alcune attività che hanno registrato un alto coinvolgimento dei docenti e studenti del Conservatorio di Matera, del partenariato di progetto e dell’intero territorio. I risultati quantitativi e qualitativi conseguiti, quali indicatori di gradimento,hanno contribuito a definire l’intero progetto di orientamento come “buona prassi” per il settore dell’Alta Formazione Musicale e Coreutica.

A chi si rivolge e a quali bisogni risponde l’istituzionalizzazione dell’accoglienza el‘orientamento “per un efficace servizio formativo nel mondo dell’arte”?

I servizi di orientamento, articolati nelle tre fasi fondamentali della vita scolastica quali l’orientamento in entrata, in itinere ed in uscita, si rivolgono principalmente agli studenti per offrire loro validi strumenti di sostegno ed accompagnamento: dall’atto di intraprendere la scelta dello studio musicale, durante l’intero percorso formativo, sino all’incontro con il mondo del lavoro.
L’organizzazione e l’istituzionalizzazione dei servizi di orientamento, costituiscono azioni imprescindibili per lo sviluppo dell’intero settore AFAM attualmente interessato da una riforma ministeriale dell’Alta Formazione tesa a rispondere agli adeguamenti previsti dai parametri comunitari dettati dal Processo di Bologna.

Un progetto di Orientamento come il Vostro, che intende fornire interventi permanenti, implica anche un ripensamento dell’organizzazione del lavoro e uno stretto legame con il territorio in cui si attua: nello specifico come avete operato con“ORIENTMUSE”?

La costituzione di una rete attiva, con oltre venti istituzioni di formazione di vari ordini2.jpg e gradi, Centri Territoriali per l’impiego, Enti ed Istituzioni locali e territoriali, rappresenta una base determinante per implementare le azioni avviate e per condividere i punti di forza e di debolezza delle attività promosse e realizzate. La sostenibilità dei servizi di orientamento già erogati è garantita in parte dall’istituito COTIS – Centro di Orientamento e Tutorato delle Istituzioni Superiori presso il Conservatorio di Musica di Matera e dalle numerose pubblicazioni realizzate
durante l’intera vita del progetto Orientmuse (materiali didattici, guide, CD-Rom orientamento, sito di orientamento, supporti alle azioni di orientamento, video CV, analisi metodologiche, test di autovalutazione, questionario per l’indagine sugli esiti occupazionali, ricerca sullo stato dell’occupazione, etc.). La sfida più ardua è quella di sviluppare e continuare ad erogare permanentemente i servizi attivati, poiché richiede, da parte dell’intero Conservatorio materano, un impegno non indifferente in termini di investimento e di programmazione strategica.

Un punto dolente che avete affrontato è la separazione fra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro: per la Vostra esperienza, quali nuove figure formative stanno emergendo, da una parte, e quali profili professionali il mercato cerca dall’altra?

Così come per tutti i settori del mercato del lavoro, lo sviluppo sociale e tecnologico incide fortemente sulla richiesta di specifiche professionalità capaci di rispondere ai processi di cambiamento. Il settore artistico musicale, oltre a richiedere professionisti con alte specificità nell’ambito della performance e produzione musicale, richiede profili professionali in grado di operare, integrando la propria formazione musicale con competenze tecnologiche e/o di management culturale, in settori dell’organizzazione e della produzione musicale nell’ambito delle aree applicative più rilevanti: Sound Engineering, Tecnologia dell'interazione tra utente e informazione musicale, Editoria elettronica, Didattica assistita da elaboratore e autoformazione,Divertimento, Saggistica e Spettacolo.


Archivio Showcase

Il progetto Orientmuse
10 Dicembre 2009
Francesco Vettori


La musica e l'immagine cinematografica, un progetto didattico esempio di buona pratica
5 Ottobre 2009
Francesco Vettori


Intervista a Flavio Milandri del Gruppo Fantariciclando
16 Settembre 2009
Francesco Vettori


La Biblioteca musicale digitale per il mondo
8 Agosto 2009
Federica Toci


La digitalizzazione al Conservatorio S. Pietro a Majella
27 Luglio 2009
Rudi Bartolini


Scatola Sonora
13 Luglio 2009
Federica Toci


'Kalòjeros: un carnevale balcanico'
15 Giugno 2009
Rudi Bartolini


S.I.SI.NE - Sistema Integrato di Simulazione per la Negoziazione
15 Maggio 2009
Francesco Vettori


“Urban Culture and Landscape Renewal”
4 Maggio 2009
Francesco Vettori


Il Progetto Porti d'Europa
1 Aprile 2009
Istituto Tecnico Nautico Statale Alfredo Cappellini


Mediateca 2000
16 Marzo 2009
Francesco Vettori


Crea©tivity+IDEA
27 Febbraio 2009
Francesco Vettori


Lingue immigrate in Italia
16 Febbraio 2009
Francesco Vettori


Il progetto MindScape, come sperimentare il pensiero creativo a scuola
29 Gennaio 2009
Elisabetta Mughini e Andrea Benassi