• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

Giuseppina Rita Mangione

Giuseppina Rita Mangione

Primo Ricercatore

Tecnologa dell’educazione, dottorato in Telematica e Società dell’informazione. Mi occupo di modelli innovativi nella scuola da un punto di vista didattico e di sviluppo professionale del docente. Conduco attività di osservazione e analisi delle pratiche situate analizzando i processi e le dimensioni attraverso cui prende forma e maturano nuove modalità di insegnamento e apprendimento.

Attività di ricerca

Sono responsabile scientifico del Nucleo Territoriale di Napoli  e coordino le attività di ricerca al fine di rispondere agli obiettivi e alla mission dell’istituto sul tema dell’innovazione, della formazione e del miglioramento scolastico. In particolare intervengo sulle seguenti tematiche/linee progettuali:

  • Studio e analisi dei processi che sostengono lo sviluppo della professionalità docente con riferimento all’induction e alla valutazione di tali esperienze anche in termini di innovazione didattica. L’obiettivo generale di questa ricerca è relativo alla messa a punto di una metodologia e dei relativi strumenti (concettuali e tecnologici) da sperimentare al fine di comprenderne la capacità di supportare la circolarità ricorsiva tra azione, noticing e riflessione.
  • Studio e sperimentazione delle pratiche didattiche e organizzative che possono migliorare l’agire del docente in contesti “particolari” come quello delle piccole scuole con pluriclassi contribuendo a un migliore apprendimento da parte degli studenti.  Questo particolare contesto ha il valore aggiunto di inserirsi anche in altre ricerche che hanno come obiettivo quello della qualità della pratica didattica, della formazione docenti, e dell’innovazione  in classe.
  • Studio e osservazione del valore didattico della maker pedagogy con particolare attenzione al Coding e alle Stampanti 3D nella scuola primaria e dell’infanzia per il raggiungimento di obiettivi di metacognizione e sviluppo del pensiero laterale  e computazionale.

Studio degli approcci e delle condizioni che possono contribuire all’innovazione scolastica. La partecipazione al progetto Avanguardie Educative e il coordinamento delle attività di ricerca che fanno capo al progetto EDOC@work3.0, ha permesso di individuare i metodi e di definire una attività di osservazione e analisi delle pratiche didattiche analizzando i processi  e dimensioni  attraverso cui prende forma l’innovazione con l’impiego delle ICT.