• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

Leonardo Tosi

Leonardo Tosi

Primo Tecnologo

Dottore in Scienze della Formazione ed Economia, mi occupo di spazi educativi e ambienti di apprendimento. Collaboro con l’Indire dal 1998 e sono referente dell’indirizzo di ricerca sulle Architetture scolastiche, che studia la relazione tra spazi, didattica, arredi e tecnologie digitali.

Faccio parte dell’Interactive Classroom Working Group, il gruppo di lavoro istituito nel 2013 da European Schoolnet con l’obiettivo di consentire ai Ministeri dell’istruzione europei di affrontare le sfide politiche legate all’integrazione delle tecnologie nelle aule scolastiche e al loro impatto sull’insegnamento e sull’apprendimento.

Attività di ricerca

Come referente dell’indirizzo “Architetture Scolastiche” mi occupo di ambienti innovativi per l’apprendimento. Il percorso di ricerca è incentrato sull’analisi del rapporto tra ambiente fisico, metodologie e tecnologie per la didattica. L’ambito di ricerca si estende dall’analisi delle politiche educative nazionali europee in ambito di edilizia scolastica, alla ricognizione delle soluzioni proposte dall’industria e unisce alla ricerca teorica l’approfondimento di esperienze e casi di scuole di eccellenza sul territorio.

In particolare, la ricerca è incentrata sulle seguenti componenti nella loro correlazione e nell’impatto sui processi di apprendimento:

– Spazi fisici (formali ed informali)
La tipologia e la configurazione degli spazi educativi impattano sui processi di apprendimento e sulla qualità del servizio scolastico. Gli esiti della ricerca sono applicabili sia alla progettazione di nuove scuole, sia alla ristrutturazione di scuole esistenti e alla riconversione di aree specifiche per la didattica (ad es. le cosiddette “aule 3.0”).

– Arredi per la scuola
Gli arredi scolastici sono da considerarsi a tutti gli effetti parte integrante dei supporti per la didattica. L’esigenza di mettere a punto ambienti efficaci e sviluppare metodologie didattiche centrate sullo studente richiede un’analisi delle specifiche soluzioni funzionali progettate per la scuola.

– Metodologie didattiche student centred
Il superamento dell’approccio didattico tradizionale incentrato sulla trasmissione delle conoscenze resta il fine ultimo del processo di cambiamento degli ambienti.