La Riforma

Il riordino dei Tecnici


I NUOVI ISTITUTI TECNICI

Il percorso didattico degli istituti tecnici è strutturato in un primo biennio, un secondo biennio ed un quinto anno. Il quinto anno si conclude con l'esame di Stato.

La nuova organizzazione

Da oltre 750 indirizzi si passa a 2 settori e 11 indirizzi: uno economico e l’altro tecnologico. L’economico ha 2 indirizzi, il tecnologico 9. Il settore tecnologico si articola in 11 opzioni.

Settore economico
1. Amministrazione, Finanza e Marketing
2. Turismo

Settore tecnologico
1. Meccanica, Meccatronica ed Energia
2. Trasporti e Logistica
3. Elettronica ed Elettrotecnica
4. Informatica e Telecomunicazioni
5. Grafica e Comunicazione
6. Chimica, Materiali e Biotecnologie
7. Sistema Moda
8. Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
9. Costruzioni, Ambiente e Territorio

Aree di indirizzo dei percorsi degli Istituti Tecnici in opzioni
1. Indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie - Articolazione Chimica e materiali - Opzione Tecnologie del cuoio
2. Indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio - Opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni
3. Indirizzo Grafica e Comunicazione - Opzione Tecnologie cartarie
4. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia - Articolazione Meccanica e meccatronica - Opzione Tecnologie dell’occhiale
5. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia - Articolazione Meccanica e meccatronica - Opzione Tecnologie delle materie plastiche
6. Indirizzo Trasporti e Logistica - Articolazione Costruzione del mezzo - Opzione Costruzioni aeronautiche
7. Indirizzo Trasporti e Logistica - Articolazione Costruzione del mezzo - Opzione Costruzioni navali
8. Indirizzo Trasporti e Logistica - Articolazione  Conduzione del mezzo - Opzione Conduzione del mezzo aereo
9. Indirizzo Trasporti e Logistica - Articolazione Conduzione del mezzo - Opzione Conduzione del mezzo navale
10. Indirizzo Trasporti e Logistica - Articolazione Conduzione del mezzo - Opzione Conduzione di apparati e impianti marittimi
11. Indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria - Specializzazione enotecnico – VI Anno

Caratteristiche
  • Monte orario di 32 ore settimanali di lezioni per 33 settimane ad anno scolastico.
  • I percorsi (...) si realizzano attraverso metodologie finalizzate a sviluppare, con particolare riferimento alle attività e agli insegnamenti di indirizzo, competenze basate sulla didattica di laboratorio, l’analisi e la soluzione dei problemi, il lavoro per progetti; sono orientati alla gestione di processi in contesti organizzati e all’uso di modelli e linguaggi specifici; sono strutturati in modo da favorire un collegamento organico con il mondo del lavoro e delle professioni, compresi il volontariato ed il privato sociale. Stage, tirocini e alternanza scuola lavoro sono strumenti didattici per la realizzazione dei percorsi di studio.
  • Risultati di apprendimento declinati in competenze, abilità e conoscenze secondo il Quadro europeo dei titoli e delle qualifiche (EQF), per favorire la mobilità delle persone nell’Unione Europea.
  • Possibile collaborazione con esperti esterni per arricchire l’offerta formativa e sviluppare competenze specialistiche. Più autonomia e flessibilità dell'offerta formativa.

Quote di flessibilità possibili entro il monte ore annuale:
  • 20% nel primo biennio
  • 30% nel secondo biennio
  • 35% nel quinto anno
per rispondere alle esigenze degli studenti, del territorio, del mondo del lavoro e delle professioni.

Il nuovo modello organizzativo
Il Comitato Tecnico-Scientifico, (...), composto da docenti e da esperti del mondo del lavoro, delle professioni e della ricerca scientifica e tecnologica, con funzioni consultive e di proposta per l'organizzazione delle aree di indirizzo e l'utilizzazione degli spazi di autonomia e flessibilità.
L'Ufficio tecnico (per gli istituti del settore tecnologico) con il compito di sostenere la migliore organizzazione e funzionalità dei laboratori a fini didattici e il loro adeguamento alle esigenze poste dall’innovazione tecnologica, nonchè per la sicurezza delle persone e dell’ambiente.
I Dipartimenti, quali articolazioni funzionali del collegio dei docenti, per il sostegno alla didattica e alla progettazione formativa.