• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

18 Gennaio 2023

«Laboratori del Sapere». Online le Linee guida per l’implementazione dell’Idea di «Avanguardie educative»

di Gabriele D'Anna

«Laboratori del Sapere» è un’Idea di «Avanguardie educative» frutto della sinergia tra INDIRE e i «Laboratori del Sapere Scientifico», nati in Regione Toscana nel 2010 in collaborazione con il CIDI e il mondo dell’Università e della ricerca – d’intesa con l’USR – allo scopo di costituire nelle scuole toscane di ogni ordine e grado gruppi permanenti di ricerca/innovazione nell’ambito dell’educazione matematico-scientifica e tecnologica.

L’Idea «Laboratori del Sapere» consiste nell’estendere l’approccio metodologico dei «Laboratori del Sapere Scientifico» anche a discipline diverse dalle STEM: all’Italiano, in prima analisi, come ad altri ambiti, recuperando gli aspetti trasversali alle discipline stesse, individuandone i tratti comuni e fondanti, tra cui, ad esempio, l’approccio fenomenologico o l’attenzione alla lingua e ai linguaggi.

L’Idea «Laboratori del Sapere» tiene insieme impianto metodologico e curricolo disciplinare grazie allo sviluppo di percorsi didattici esemplari, declinabili in ogni contesto didattico, che coniugano attenzione ai saperi e motivazione degli studenti; le motivazioni che inducono a metterli in pratica nascono dalla volontà di portare nella scuola l’approccio laboratoriale applicandolo ad ogni ambito disciplinare. L’obiettivo è superare il modello trasmissivo dell’insegnamento, quel modello che riduce l’apprendimento a mera acquisizione di conoscenze ‘precotte’.

Le Linee guida dell’Idea «Laboratori del Sapere», liberamente scaricabili dalla pagina dedicata, contengono – oltre all’imprescindibile inquadramento teorico – i cosiddetti «diari di bordo» di sette scuole: sono l’IC “Scarperia-San Piero” (Scarperia e San Piero, FI), l’IC “Barberino di Mugello” (Barberino di Mugello, FI), l’IC “Grosseto 1 – Alberto Manzi” (Grosseto), l’“IC Govone” (Govone, CN), l’“IC di Cadeo e Pontenure” (Roveleto di Cadeo, PC), l’IIS “Anna Maria Enriques Agnoletti” (Sesto Fiorentino, FI) e il Liceo Classico “Vincenzo Monti” (Cesena, FC); si tratta di sette tra le quindici scuole che, sui due cicli di istruzione (per il secondo ciclo limitatamente al primo biennio), hanno partecipato alla sperimentazione dell’Idea, sperimentazione che oggi si estende ad altre scuole in aggiunta a quelle riportate nelle Linee guida.

I «diari di bordo» cui rimandano le Linee guida costituiscono una preziosa documentazione in cui cogliere non solo la ricchezza della pratica educativa dei percorsi attuati ma anche le riflessioni dei docenti, le loro argomentazioni e i dubbi, le difficoltà incontrate e le soddisfazioni per i risultati raggiunti.

 
 

 Consulta le Linee guida dell’idea «Laboratori del Sapere»