• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

23/01/2015

Scienze a scuola, online “Diffusione scientifica”

In rete c'è un sito creato da un'équipe di insegnanti e rivolto ai docenti di fisica,...

Leggi tutto

20/01/2015

“A lezione di razzismo” a Bologna fino all’8 marzo

Il Museo Ebraico di Bologna, dal 25 gennaio all'8 marzo 2015, ospita la mostra "A lezione...

Leggi tutto

14/01/2015

L’Indire per Expo 2015

  L'Indire ha attivato la collaborazione scientifica con il Padiglione Italia -...

Leggi tutto

13/01/2015

Seminario “Apprendistato in alternanza scuola lavoro”

L'Indire, in collaborazione con la Regione Toscana, organizza il 13 gennaio a Firenze il...

Leggi tutto

12/01/2015

Scuola, dal 15 gennaio partono le iscrizioni online

Da giovedì 15 gennaio partono le iscrizioni online alle classi prime della scuola...

Leggi tutto

08/01/2015

Concorso Erasmus+, l’11 febbraio a Firenze la prova scritta

Sulla pagina relativa al concorso pubblico nazionale Erasmus+ 2014-2020 sono pubblicati...

Leggi tutto

07/01/2015

Avanguardie educative, il movimento si presenta in Lombardia

Il presidente dell'Indire Giovanni Biondi e la ricercatrice del nostro Istituto...

Leggi tutto

26/11/2014

Perché aderire al movimento delle Avanguardie Educative

Nella cornice del Salone dell'educazione, dell'orientamento e del lavoro ABCD di Genova,...

Leggi tutto

25/11/2014

Scuola, nuovi spazi per apprendere in modo nuovo

«Humans can learn in a variety of ways We can learn like parrots, playing back like a...

Leggi tutto
08/05/2020

L'editoriale

di Flaminio Galli

Le misure di contenimento messe in atto per fronteggiare l’emergenza Covid-19 hanno di fatto sospeso in Italia e nel resto d’Europa molte delle attività legate al Programma Erasmus+. In questo momento è importante dare un segnale per il futuro. È bene farlo ora, perché il rischio è che venga messo in discussione il Programma in un momento di difficoltà mondiale. Il Programma Erasmus+ si fonda su due elementi imprescindibili: la mobilità e la conoscenza. Sono due valori che hanno animato, dal 1987 a oggi, lo spirito di oltre 10 milioni di persone in Europa...... continua »

Leggi tutti gli editoriali