• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

28/02/2014

“A lezione di razzismo”. Scuola e libri durante la persecuzione antisemita (1938-1943)

Immagini del fondo fotografico Indire , ma anche lettere, quaderni, materiali didattici...

Leggi tutto

28/11/2013

Architetture pedagogiche

Il tema dell’edilizia scolastica torna spesso all’attenzione di insegnanti e genitori...

Leggi tutto

26/11/2013

La classe non è l’aula

Il vostro Istituto ha scelto la strada della sperimentazione e ricerca didattica: può...

Leggi tutto

24/10/2013

Parola d’ordine: “Non c’è tempo da perdere!”

Nel nostro cammino, iniziato dall’anno scolastico 2010/11, il motto di riferimento è...

Leggi tutto

18/10/2013

Nuovi archivi fotografici per una rinnovata storiografia scolastica

L’uso delle immagini, come fonti, è una pratica assai rara nella storiografia italiana...

Leggi tutto

09/10/2013

La pedagogia al cuore del processo architettonico

Ho lavorato come insegnante per diversi anni felicemente inconsapevole di come...

Leggi tutto

08/10/2013

“La Memoria e l’immagine: la Scuola”, il 14 ottobre al Senato della Repubblica

Lunedì 14 ottobre, nella Sala Zuccari di Palazzo Madama, sede del Senato, a partire...

Leggi tutto

01/10/2013

Una rete semantica per i contenuti della formazione

Il 31 agosto scorso si è conclusa l’ultima edizione del corso di formazione Pon...

Leggi tutto

12/06/2013

Aula 3.0: la parola ai protagonisti

L’ITS Pacioli di Crema è una scuola di riferimento del progetto "Editoria Digitale" e...

Leggi tutto
08/05/2020

L'editoriale

di Flaminio Galli

Le misure di contenimento messe in atto per fronteggiare l’emergenza Covid-19 hanno di fatto sospeso in Italia e nel resto d’Europa molte delle attività legate al Programma Erasmus+. In questo momento è importante dare un segnale per il futuro. È bene farlo ora, perché il rischio è che venga messo in discussione il Programma in un momento di difficoltà mondiale. Il Programma Erasmus+ si fonda su due elementi imprescindibili: la mobilità e la conoscenza. Sono due valori che hanno animato, dal 1987 a oggi, lo spirito di oltre 10 milioni di persone in Europa...... continua »

Leggi tutti gli editoriali