• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

24/11/2022

Erasmus+ 2023 inizia qui: pubblicato l’invito a presentare proposte

La Commissione europea ha lanciato oggi l’invito a presentare proposte per il...

Leggi tutto

24/11/2022

A Firenze il convegno sul ruolo della scuola nella promozione della parità

Educare al rispetto e alla parità è la prima forma di prevenzione della violenza Per...

Leggi tutto

24/11/2022

ITS Academy, siglato a JOB&Orienta l’accordo tra INDIRE e Unioncamere

È stato siglato un accordo di collaborazione sugli Istituti Tecnologici Superiori tra...

Leggi tutto

24/11/2022

INDIRE e le Università di Melbourne e Perth insieme per la ricerca sugli arredi flessibili

Dal 24 al 25 novembre il gruppo di ricerca INDIRE che lavora sulle architetture...

Leggi tutto

23/11/2022

La ricerca INDIRE al Convegno UBIQ 2022

Venerdì 25 novembre la ricerca INDIRE partecipa alla terza edizione del convegno “UBIQ...

Leggi tutto

21/11/2022

JOB&Orienta 2022, l’appuntamento è a Verona dal 24 al 26 novembre

L’annuale appuntamento con JOB&Orienta, il salone nazionale su orientamento,...

Leggi tutto

18/11/2022

Politiche educative in Europa: da Eurydice l’aggiornamento annuale sugli indicatori strutturali

È disponibile online il rapporto annuale della rete Eurydice Structural indicators for...

Leggi tutto

18/11/2022

Histek, il progetto ITS transfrontaliero fra Italia, Albania e Montenegro

L’ITS Cuccovillo e la Camera di Commercio di Bari, nell’ambito del Programma...

Leggi tutto

17/11/2022

Scuole degli adulti in gara all’EpaleEduHack, la sfida digitale per l’ambiente!

La seconda edizione del social hackathon di EPALE, rivolto alle scuole dei percorsi di...

Leggi tutto
08/05/2020

L'editoriale

di Flaminio Galli

Le misure di contenimento messe in atto per fronteggiare l’emergenza Covid-19 hanno di fatto sospeso in Italia e nel resto d’Europa molte delle attività legate al Programma Erasmus+. In questo momento è importante dare un segnale per il futuro. È bene farlo ora, perché il rischio è che venga messo in discussione il Programma in un momento di difficoltà mondiale. Il Programma Erasmus+ si fonda su due elementi imprescindibili: la mobilità e la conoscenza. Sono due valori che hanno animato, dal 1987 a oggi, lo spirito di oltre 10 milioni di persone in Europa...... continua »

Leggi tutti gli editoriali