• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

MusicBlocks

Nell’ambito delle ricerche Indire sulla didattica laboratoriale e dell’innovazione del curricolo nell’area artistico-espressiva, ha preso forma l’idea di creare uno strumento didattico innovativo finalizzato a rendere semplice e coinvolgente l’apprendimento della musica. È nato così MusicBlocks, un originale gioco didattico presentato nel 2019 a Fiera Didacta e successivamente registrato con brevetto nazionale (2019) e internazionale (2020).

MusicBlocks è uno strumento di composizione musicale visiva che aiuta i bambini a prendere confidenza, in modo spontaneo e intuitivo, con i principi fondamentali della musica.

Il dispositivo, pensato in particolare per le scuole primarie e secondarie di primo grado, è composto da una comune piastra per l’utilizzo di mattoncini-giocattolo da costruzione, che rappresenta un pentagramma alternativo su cui inserire le “note”, rappresentate proprio dai mattoncini di vari colori e forme.

La disposizione dei mattoncini sulla piastra/pentagramma permette, attraverso un software di object recognition, di interpretare la posizione dei mattoncini e tradurla in impulsi musicali. L’asse delle Y della piastra rappresenta l’altezza dei suoni e l’asse delle X la durata (4 battute da 4/4): in questo modo gli studenti possono comporre musica semplicemente disponendo comuni mattoncini da costruzione, osservando e ascoltando la composizione immediatamente.

La partitura della composizione appena effettuata può inoltre essere visualizzata attraverso il collegamento Wi-Fi da un qualsiasi device esterno. Ciò permette ai bambini di apprendere le basi del ritmo, della melodia e dell’armonia attraverso un approccio ludico basato sul learning by doing.

Con MusicBlocks, l’aspetto ludico si integra appieno con quello educativo, favorendo lo sviluppo delle competenze di base in campo musicale, ma anche quello di competenze trasversali come la creatività e il problem solving.

Per quanto riguarda gli aspetti costruttivi, materiali stampabili in 3D, un hardware low cost e un software open source rendono questo strumento facilmente replicabile in ogni scuola e utilizzabile anche in progetti interdisciplinari, sin dalla scuola primaria.

Per informazioni ulteriori su progetti, attività, pubblicazioni e articoli afferenti alla Struttura di ricerca, è possibile andare all’indirizzo: https://musica.indire.it.