• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

Marco Morandi

Marco Morandi

Tecnologo

Collaboro con Indire dal 2003 e sono attualmente tecnologo incaricato del Progetto “Didattiche disciplinari e ICT”, il cui obiettivo è lo studio di sistemi che facilitino l’apprendimento attraverso le Nuove Tecnologie e la realizzazione di banche dati a disposizione dei docenti. Sono referente per Indire dei progetti “In Nova Musica” (seconda edizione) e “Musica a scuola”.

Attività di ricerca

Come coordinatore del progetto Didattiche disciplinari e ICT si occupa del coinvolgimento delle ICT all’interno della didattica delle singole discipline, con particolare riferimento alla didattica della musica.
Gli interessi di ricerca personali all’interno del progetto Didattiche disciplinari e ICT si articolano all’interno della didattica della musica mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie, partendo da alcuni presupposti generali che hanno caratterizzato il proprio lavoro all’interno di Indire negli ultimi 10 anni.

  • La didattica laboratoriale, che valorizza l’approccio sperimentale alla risoluzione di problemi esaltandone le potenzialità formative, mettendo in campo attività in cui lo studente non è un semplice esecutore di operazioni guidate dal docente, ma lavora riflettendo sulle modalità con cui conduce l’esperimento, realizzandolo ed analizzandone i risultati.
  • L’apprendimento cooperativo (Cooperative Learning) come metodo che coinvolge gli studenti nel lavoro di gruppo per raggiungere un fine comune, ponendo l’accento su alcune importanti caratteristiche quali il coinvolgimento emotivo, la responsabilità individuale/ collettiva, l’ Interazione, la collaborazione e la valutazione del lavoro ed in cui il docente rappresenta un facilitatore/organizzatore delle attività e dell’ambiente di apprendimento.
  • Acquisizione di competenze in modo informale, uscendo temporaneamente dalla pratica didattico/formale della disciplina e concedendo libertà esplorativa, in un contesto di lavoro cooperativo, nell’apprendimento musicale.