• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

Stefania Chipa

Stefania Chipa

Ricercatore

PhD in Scienze della Formazione con un programma di ricerca incentrato sull’uso delle ICT negli ambienti di apprendimento, da luglio 2014 sono Ricercatore presso Indire. Ho svolto per anni ricerca presso l’Università di Firenze sui temi dei contenuti didattici, dei linguaggi digitali, del marketing culturale, dei processi di scrittura collaborativa e dei social media.

Attività di ricerca

– Analisi dei processi di radicamento e messa a sistema dell’innovazione in ambito educativo. Si fa riferimento all’innovazione intesa in senso multiprospettico, costituita dalle dimensioni organizzative, socio-relazionali, didattiche e dei processi di leadership diffusa. In questo ambito rientra anche l’analisi delle pratiche didattiche innovative in contesti di pluriclasse, focus del progetto “Piccole scuole”;
– Editoria digitale e linguaggi digitali con attenzione ai processi di scrittura collaborativa e all’uso dei linguaggi e degli strumenti digitali per la produzione di Contenuti Didattici. L’area di ricerca tocca i temi delle Open Educational Resources e della produzione editoriale in ambito education, anche alla luce della normativa sui Libri di Testo (L. 128/2013; Nota protocollare MIUR 2581/2014);
– Scuola come sistema aperto: il rapporto fra scuola e territorio (famiglie, enti locali, imprese, istituzioni della cultura come, ad esempio, i musei) impegnati in un’azione di corresponsabilità educativa a vantaggio del successo scolastico degli studenti. La ricerca fa riferimento a quella linea di pensiero che intende la scuola come comunità aperta (Dewey, 1916; Brint 2007) e rientra nel perimetro delle possibilità offerte dall’autonomia scolastica e dall’alternanza scuola-lavoro.