• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Educazione ambientale
18 aprile 2017

Consumo alimentare responsabile, a Milano dal 4 maggio iniziative gratuite per le scuole

di Redazione

Nel contesto di Milano Food City (4-11 maggio), Fondazione Giangiacomo Feltrinelli promuove “FOOD FOR ALL!”, una settimana di iniziative culturali che, a due anni dalla conclusione di Expo2015, intendono aprire un confronto sulla sfida globale del futuro del cibo. Saranno presentate numerose esperienze in grado di offrire proposte concrete nel campo della ricerca, dell’innovazione tecnologica, dell’impresa, delle pratiche di comunità, dell’educazione, delle arti e dei linguaggi performativi, in modo da immaginare nuove competenze, professioni, e soluzioni per garantire accesso al cibo e alla qualità di vita per tutti gli abitanti del pianeta.

All’interno di “FOOD FOR ALL!”, tante attività didattiche rivolte alle scuole primarie e secondarie di I grado su 4 sfide principali:

  1. Come si nutre il pianeta in modo sostenibile?
  2. Come raggiungere stili di vita e consumo alimentare responsabili?
  3. Come dare valore al contenuto culturale, identitario, estetico del cibo?
  4. Come la produzione di cibo contribuisce alla vivibilità e sostenibilità dei nostri contesti di vita?

Tutte le attività sono gratuite e si svolgono presso la sede di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in Viale Pasubio 5, Milano (prenotazione obbligatoria a formazione@fondazionefeltrinelli.it).

 

Di seguito l’elenco delle iniziative per scuole e bambini:

Giovedì 4 maggio / 10-12
L’Altromercato del cacao
Scuola secondaria di I grado e biennio II grado

L’Altromercato del cacao è un gioco di ruolo che permette di comprendere e analizzare, insieme agli studenti, i meccanismi dell’economia mondiale legati al mercato alimentare delle materie prime, per acquisire consapevolezza dei processi in atto e scoprire le possibili soluzioni, quelle globali e quelle che sono alla portata dei singoli consumatori. Il gioco di ruolo coinvolge attivamente i ragazzi nella sperimentazione di alcuni meccanismi del commercio internazionale (nello specifico del cacao) e introduce il meccanismo di funzionamento del commercio equo e solidale. “Altromercato del cacao” è un gioco coinvolgente di immedesimazione nei ruoli interpretati. Nello specifico, i partecipanti saranno divisi in gruppi che rappresentano diversi paesi, alcuni produttori di cacao del Sud del Mondo, altri consumatori del Nord e dovranno confrontarsi con attori istituzionali quali le multinazionali, la borsa merci, gli operatori del commercio equosolidale. All’attività seguirà un momento partecipato di dibattito, stimolato dall’esperienza dei ruoli interpretati, delle dinamiche e delle emozioni emerse. Il dibattito porterà i ragazzi a riflettere sulla realtà del commercio internazionale e del commercio equo e solidale e sul concetto di sviluppo di un paese. Siamo consapevoli delle conseguenze che può avere il nostro stile di vita e di consumo sulla vita di persone che vivono in altri paesi? I meccanismi del commercio internazionale sono equi o vanno a discapito dei paesi più poveri? Il gioco laboratorio vuole essere uno stimolo per iniziare a riflettere sul ruolo che ciascuno di noi riveste come consumatore, e sul concetto di responsabilità personale.
Segue una degustazione del cioccolato equosolidale Altromercato.
A cura di Il Sandalo Equosolidale – Altromercato

 


Venerdì 5 maggio / 10-12
Io mangio tutto
Scuola primaria

In Italia, dal campo alla tavola, ogni anno viene sprecato cibo per oltre 10 milioni di tonnellate, mentre nel mondo una persona su 7 trova il piatto vuoto sulla propria tavola ogni giorno. Il 17% di frutta e verdura acquistati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini finisce nei rifiuti. Una minima parte di queste percentuali, se utilizzate in maniera diversa, potrebbero sfamare anche gli otto milioni di poveri che la Caritas stima esserci tra il totale della popolazione italiana. “Io mangio tutto” è un’attività ludico-didattica per rivolta alle scuole primarie per imparare, giocando, a sprecare meno cibo e ad essere solidali con chi soffre la fame. L’attività è volta a sviluppare una maggiore consapevolezza del valore del cibo, scoprendo i concetti di biologico, locale, stagionale.
A cura di ActionAid Italia

 


Sabato 6 e Domenica 7 maggio / 15-17
Nell’Orto di Brik il Bruco oggi si gioca a… l’orto magico
Età 3-6 anni

Attraverso l’ascolto di una narrazione alternata ad attività pratiche e coinvolgenti Brik il Bruco fa scoprire e conoscere ai bambini che in ogni stagione esiste una manifestazione precisa della natura che va conosciuta, rispettata, protetta e aiutata. I piccoli ospiti sono stimolati a preparare un piccolo orto per la coltivazione di una piantina di piselli.
A cura di Roberta Bianchi, ideatrice e autrice dei libri Brik il Bruco

 

I timbri dell’orto magico
Età 3-6 anni
Laboratorio di sperimentazione artistica e decorazioni con frutta, ortaggi, timbri fatti con le piante e altri elementi naturali.
A cura della Sezione Didattica dell’Associazione Amici di Brera

 

Segui il flusso
Età 6-10 anni
Gioco interattivo per scoprire la percentuale di acqua presente negli organi del corpo umano e per imparare a mantenere il bilancio idrico sempre in equilibrio.
A cura di SanPellegrino

 


Martedì 9 maggio / 10-12
Mov_Eat il cibo in movimento
Scuola primaria

Che cosa mangiamo? Come arriva il cibo nei nostri piatti? Che fine fa il cibo che avanziamo? Il laboratorio Mov_Eat vuole promuovere la conoscenza dei vari tipi di alimenti che consumiamo ogni giorno e del percorso che fanno per arrivare dalla fattoria al consumatore finale. I bambini verranno inoltre stimolati a riflettere sul tema della differenza tra piccola e grande distribuzione, essendo questo un concetto per loro quotidiano e usuale, portando come esempi il “sistema supermercato”, il “mercato locale”, i negozi di prossimità. Nella seconda parte gli alunni saranno i protagonisti: saranno divisi in gruppi, sarà loro assegnato un pasto e dovranno immaginare la filiera degli elementi che lo compongono. Dovranno disegnare sulle tovagliette didattiche fornite – oggetto d’uso quotidiano nelle mense scolastiche – il percorso che i prodotti a loro assegnati hanno fatto per arrivare al loro piatto.
A cura di Simona Beolchi e Lorenza Sganzetta

 


Mercoledì 10 maggio / 10-12
Mov_Eat il cibo in movimento
Scuola secondaria di I grado

Che cosa mangiamo? Come arriva il cibo nei nostri piatti? Che fine fa il cibo che avanziamo? Il laboratorio Mov_Eat vuole promuovere la conoscenza dei vari tipi di alimenti che consumiamo ogni giorno e del percorso che fanno per arrivare dalla fattoria al consumatore finale. I ragazzi sono stimolati a riflettere sul tema della sostenibilità del cibo, degli aspetti di equità e accesso al cibo sano fino al tema delle esternalità negative, come l’inquinamento ambientale e lo spreco. Nella seconda parte del laboratorio i ragazzi riceveranno una scheda di lavoro descrittiva di buona pratica si un “sistema alternativo di cibo” (rete dei GAS, community gardens, mense e Km0).
A cura di Simona Beolchi e Lorenza Sganzetta

 

Per saperne di più: