• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

16 ottobre 2017

All’Università di Firenze il 27/10 un convegno su Jerome Bruner

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /www_shared/wp-content/themes/indire-2018/content-article.php on line 57

di Costanza Braccesi

Venerdì 27 ottobre, l’Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia (SCIFOPSI) – organizza il convegno internazionale “Al di là dell’informazione data – Riflessioni sull’eredità di Jerome Bruner” (Firenze, Aula Magna del Rettorato, piazza S. Marco 4, orario 9-17,30).

Obiettivo della giornata è quello di riflettere sull’opera di Jerome Bruner, lo psicologo statunitense, scomparso lo scorso anno, pioniere della psicologia cognitiva nell’ambito della psicologia dell’educazione. In particolare, si rifletterà sul concetto di “andare al di là dell’informazione data”, formula che è stata alla base delle teorie costruttiviste sul significato, della creatività e della svolta narrativa. Una particolare attenzione sarà dedicata allo sviluppo delle competenze narrative nell’infanzia e al modo in cui esse permettono una “co-costruzione” della realtà.

Dopo i saluti delle autorità, introdurrà i lavori delle giornata Andrea Smorti (SCIFOPSI, Università di Firenze). I lavori della mattina, coordinati da Antonio Iannaccone (Institut de psychologie et éducation, Centre de recherche en psychologie socioculturelle, Neuchâtel), prenderanno il via affrontando il tema dello sviluppo della cognizione sociale e dei giochi linguistici con Jens Brockmeier (Department of Psychology, The American University of Paris) e Ilaria Grazzani (Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “R.Massa”, Università degli studi Milano Bicocca). Si proseguirà poi con “Racconti di vita intorno all’autismo” insieme a Alessandra Fasulo (Department of Psychology, Portsmouth, Hampshire).

Nella seconda parte della mattinata (chair: Andrea Smorti, SCIFOPSI, Università di Firenze) una riflessione su “Plot, Plight and dramatism: come la narrazione permette la comprensione biografica” insieme a Tilmann Habermas (Department of Psychology, Goethe University, Frankfurt) e, a seguire, “Lo spazio immaginativo dell’argomentare: i bambini come esploratori di mondi possibili” con Antonio Iannaccone (Institut de psychologie et éducation, Centre de recherche en psychologie socioculturelle, Neuchâtel).

Nel pomeriggio (chair: Jens Brockmeier, Department of Psychology, The American University of Paris) i lavori riprenderanno con Sergio Salvatore (Dipartimento Storia, Società, Studi dell’uomo, Università di Lecce) su “Il ruolo del Terzo nella attribuzione di significato”; spazio poi ad Andrea Smorti (SCIFOPSI, Università di Firenze) con una riflessione su “Memoria autobiografica e narrazione autobiografica: un percorso da Vygotsky a Bruner”.

Chiuderà la giornata una tavola rotonda su “Narrare e conversare nell’infanzia”. Alla discussione, coordinata da Ilaria Grazzani (Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “R.Massa”, Università degli studi Milano Bicocca) parteciperanno Federico Batini, Simone Giusti, Emiddia Longobardi, Veronica Ornaghi, Dolores Rollo.

Destinatari della giornata sono, oltre naturalmente agli studenti e agli studiosi di psicologia, tutti coloro che si occupano della dimensione narrativa e autobiografica, utilizzata nel mondo dell’educazione, della formazione, in campo sociale, della salute e dei servizi per l’infanzia.

La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi entro il 20 ottobre contattando questi indirizzi email: chiara.fioretti@unifi.it e eleonora.bartoli@unifi.it.

 

Link utili: