• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

9 Ottobre 2020

Verso Fiera Didacta 2021: evento in streaming il 13 e 14 ottobre

di Redazione

“Verso Fiera Didacta 2021 – Da eventi straordinari, cambiamenti straordinari” è l’evento in streaming di Fiera Didacta Italia, che si svolgerà il 13 e 14 ottobre prossimi.

Due giorni di bilanci e progetti sulla trasformazione della scuola, un’occasione da non perdere per confrontarsi online con gli specialisti del settore, per discutere sul futuro della didattica e fare un primo passo insieme verso Didacta 2021 che si terrà, per il quarto anno consecutivo, alla Fortezza da Basso di Firenze dal 17 al 19 marzo.      

In apertura del primo giorno di “Verso Fiera Didacta 2021”, il 13 ottobre alle ore 15, interverrà con un video messaggio la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Quattro poi i convegni in programma, ai quali parteciperanno oltre 4mila docenti.

 

Martedì 13

Il primo appuntamento di martedì è alle ore 15 con L’educazione prescolare nell’era della digitalizzazione: un necessario riorientamento. Al vaglio i molteplici e inediti scenari aperti con la recente riforma che ha inserito lo 0-6 all’interno del sistema di istruzione in modo organico. Il tema dell’uso delle tecnologie nell’infanzia si è rivelato, alla luce dell’esperienza di questi mesi, un aspetto controverso che richiede un dibattito approfondito.

Partecipano: Anna Ascani, vice Ministra dell’Istruzione, Giancarlo Cerini, Presidente Commissione per il sistema integrato “Zerosei”, Wassilios Fthenakis, Presidente Onorario Didacta International, Maria Antonietta SalvucciDaniela Marrocchi del Ministero dell’Istruzione, Immacolata Aievoli dell’Istituto Comprensivo Via Baccano di Roma, Anna Maria Idile, Istituto Comprensivo Primo Levi di Marino (RM). Moderatrice: Maria Assunta Palermo, Direttore Generale Ministero dell’Istruzione.

 

Dalle 17 alle 19 si parlerà invece di Didattica in rete: il digitale come risorsa nella seconda sessione dei lavori, durante la quale verrà affrontata la tematica delle necessità di sfruttare le opportunità che il digitale ci ha fatto scoprire in questi mesi per cambiare il modello scolastico e l’organizzazione della didattica.

Partecipano: Claudio Gagliardi, Dirigente area formazione e politiche attive del lavoro di Unioncamere, Stefania Bassi, Ministero dell’Istruzione, Tommaso Minerva, Presidente Società Italiana di e-Learning (SIe-L),Pierpaolo Limone, Rettore Università di Foggia, Elisabetta Mughini,Dirigente di Ricerca Indire, Wassilios Fthenakis, Presidente Onorario Didacta International, Pier Cesare Rivoltella, Presidente Sirem. Moderatore sarà Giovanni Biondi, Presidente Indire.

 

Mercoledì 14

La seconda giornata si apre con Architetture scolastiche per una nuova organizzazione della didattica (dalle 15 alle 17). L’esperienza della pandemia e le opportunità del recovery fund possono rappresentare un’occasione irripetibile di cambiamento strutturale. Cambiare gli ambienti rappresenta infatti un acceleratore importante per l’innovazione del modello scolastico: “Lo spazio insegna”. 

Partecipano: Leonardo Tosi, ricercatore Indire, Vanessa Pallucchi, Presidente Nazionale Legambiente Scuola e Formazione, Valentina Bianchi, Associazione nazionale costruttori edili (ANCE), Giuseppe Capocchin, Presidente CNAPPC – Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori. Moderatrice: Rossella Muroni, Deputata – Camera dei Deputati.

 

Una scuola in mezzo al guado: l’autonomia scolastica incompiuta è l’ultimo evento previsto dalla due giorni. Dalle 17 alle 19 si toccheranno i nodi spinosi dell’autonomia scolastica che, dopo il suo varo risalente a oltre 20 anni fa, è rimasta ancora largamente incompiuta. Un’autonomia incompiuta rischia però di frenare processi di innovazione ormai irrinunciabili.

Partecipano: Antonello Giannelli, Presidente Associazione Nazionale Presidi (ANP), Roberto Pellegatta, Direttore della rivista ‘Dirigere scuole’ (DiSAL), Angelo Paletta, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Paola Nencioni, Ricercatrice Indire. Modera: Patrizio Bianchi, Professore Università di Ferrara e Assessore della Regione Emilia Romagna.

 

 

Le iscrizioni all’evento sono chiuse.