• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

31 maggio 2016

Gli alunni protagonisti della prima maratona sull’edilizia scolastica

L’evento è organizzato in collaborazione con l'Indire

di Patrizia Centi

Nuovi ambienti scolastici, innovativi e funzionali. È la scuola immaginata dagli alunni, chiamati a prendere parte, martedì 31 e mercoledì 1 giugno al Miur, al primo Hackathon sull’edilizia scolastica: una maratona organizzata dal Ministero dell’Istruzione, in cui verranno coinvolti gli studenti delle scuole del secondo ciclo, beneficiarie del finanziamento #scuoleinnovative – il bando per la costruzione di 52 nuovi istituti scolastici sostenibili e a misura di studente – i quali potranno illustrare le loro proposte di idee sulla scuola innovativa. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Indire.

«Siamo lieti – afferma il ricercatore Indire Leonardo Tosi – che il manifesto “1+4 spazi educativi”, risultato della nostra ricerca, possa portare un contributo di idee a questa iniziativa promossa dal Miur e possa essere fonte di ispirazione per i ragazzi e gli insegnanti». «Le 52 scuole nuove, oggetto del bando – ha aggiunto Marta Rapallini dell’Indire – rappresentano una vera opportunità di innovazione per la scuola, se si rende protagonista la comunità scolastica e se l’innovazione della didattica è al centro del processo: per questo sosteniamo l’iniziativa di oggi».

L’evento prevede due distinte competizioni. Le scuole del primo ciclo saranno impegnate, presso le loro sedi, a elaborare proposte sulla loro idea di scuola innovativa. Ogni istituto dovrà scegliere i due elaborati migliori fra disegni, temi, racconti, fotografie, videoclip e qualsiasi altra modalità, anche innovativa, che possa rappresentare al meglio la creatività degli alunni. Le migliori 5 proposte riceveranno un premio di 35.000 euro, che sarà destinato alla realizzazione di spazi laboratoriali all’interno della nuova scuola.

Per quanto riguarda il secondo ciclo d’istruzione, ogni scuola ha inviato all’Hackathon di Roma quattro studenti. I partecipanti saranno suddivisi in gruppi di lavoro misti, composti da ragazzi di scuole diverse. Ai gruppi verrà assegnata una “sfida progettuale” sul tema dell’edilizia scolastica innovativa: dall’ideazione di nuovi spazi comuni di apprendimento (laboratori, palestre, bacheche, atrii, cortile, auditorium) all’individuazione delle nuove dotazioni per le scuole del futuro.

Al termine delle attività di co-progettazione, ogni gruppo presenterà la propria proposta ad una Commissione di valutazione, che individuerà il gruppo di lavoro vincitore. Gli istituti di appartenenza di tutti i ragazzi inseriti nella squadra vincitrice riceveranno un premio di 35.000 euro ciascuno.

Le migliori proposte saranno anche pubblicate sul sito www.scuoleinnovative.it.

 

IMG_3914