• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Eurydice
13 dicembre 2016

Mobilità degli studenti, arrivano il report e la piattaforma digitale europea

di Costanza Braccesi, Erica Cimò

La mobilità ai fini di studio aiuta gli studenti a crescere sul piano accademico e sociale e ha ripercussioni positive per il successivo ingresso nel mondo del lavoro. Spinge inoltre i sistemi e gli istituti di istruzione ad avere una visione più aperta e internazionale e a migliorare la qualità. Ma gli studenti, a scuola, vengono preparati adeguatamente alla mobilità attraverso l’apprendimento delle lingue? E i soggetti con un background socio-economico svantaggiato possono beneficiare di borse di studio e prestiti per studiare all’estero? I crediti e le qualifiche conseguiti all’estero vengono poi riconosciuti?

Per dare una risposta a questo tipo di quesiti, la rete Eurydice propone due utili strumenti di analisi e approfondimento. Il primo è il “Mobility Scoreboard Background Report“, una pubblicazione che, attraverso vari indicatori, analizza cinque ambiti specifici della mobilità: informazione e orientamento, preparazione alle lingue straniere, trasferibilità di sovvenzioni e prestiti, supporto per gli studenti economicamente svantaggiati, trasferimento dei crediti e riconoscimento delle qualifiche.
Il secondo strumento – elaborato sempre da Eurydice per il settore dell’istruzione superiore e dal Cedefop per quello dell’istruzione e della formazione professionale – è il “Mobility Scoreboard”, una piattaforma online che si presenta come un vero e proprio quadro di controllo  della mobilità. L’ambiente online permette infatti di monitorare, grazie a intuitive mappe dinamiche, i progressi effettuati dai Paesi europei nel promuovere la mobilità rimuovendone gli ostacoli.

 

Cos’è Eurydice
Eurydice è la rete europea che raccoglie, aggiorna, analizza e diffonde informazioni sulle politiche, la struttura e l’organizzazione dei sistemi educativi europei. Nata nel 1980 su iniziativa della Commissione europea, la rete è composta da un’Unità europea con sede a Bruxelles e da varie Unità nazionali. Dal 1985, l’Indire è sede dell’Unità nazionale italiana.

 

Link e materiali utili: