• it
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Patrimonio storico
23 febbraio 2017

L’ITT “Chilesotti” ricostruisce in 3D la casa dell’incisore pistoiese Sigfrido Bartolini

Il progetto intreccia l'informatica e la ricerca storico-documentale per dare vita a un percorso multimediale fruibile da tutti

di Costanza Braccesi

L’Istituto Tecnico Tecnologico “Giacomo Chilesotti” di Thiene (Vicenza) torna a collaborare con l’Indire per un interessante lavoro di ricostruzione virtuale della Casa Museo di Sigfrido Bartolini.

Pittore, scrittore e incisore, Bartolini  (Pistoia, 1932 – Firenze, 2007) ha sperimentato nel corso della sua vita le più svariate tecniche di incisione, dalla litografia all’acquaforte, dall’acquatinta alla al monotipo e ha una vasta produzione pittorica legata principalmente alla rappresentazione dei casolari della Versilia. Nel 1983 ha curato la stampa dell’edizione del centenario di “Pinocchio”, illustrandola con oltre trecento xilografie, frutto di 12 anni di lavoro. Le sue opere sono esposte alla Biblioteca Vaticana, al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e alla Biblioteca Nazionale di Parigi. Dopo la sua morte, nel 2011, la sua casa in via di Bigiano 5 a Pistoia è entrata a far parte del circuito delle Case della Memoria.

L’Istituto “Chilesotti”, su proposta della ricercatrice Indire Pamela Giorgi, si è cimentato nella ricostruzione multimediale della casa di Bartolini. Con la consulenza di esperti che li hanno guidati nell’analisi delle fonti e dei documenti collegati all’artista, gli studenti si sono dedicati all’analisi dei vari ambienti della casa e allo studio degli oggetti presenti. Dopo un lungo lavoro di acquisizione digitale dei documenti tramite foto e scansioni, i ragazzi hanno poi proceduto con la ricostruzione in 3D della “soffitta-mansarda” di Bartolini, realizzando una panoramica interattiva che “nasconde” oggetti con i quali è possibile interagire per approfondire vari aspetti della vita personale e artistica dell’artista.

 

 
–> Vai al Museo Virtuale della Casa di Sigfrido Bartolini

 

Il Museo Nazionale della Scuola 1941
L’Indire e il “Chilesotti” avevano già collaborato proficuamente tra il 2012 e il 2014 per il progetto Museo Nazionale della Scuola 1941, con l’obiettivo di ricreare virtualmente l’allestimento del Museo voluto dall’architetto Giovanni Michelucci nel rinascimentale Palazzo Gerini di Firenze, ancora oggi sede del nostro Istituto. I ragazzi del “Chilesotti”, nel corso di due anni scolastici, hanno svolto insieme ai ricercatori dell’Indire un lavoro di paziente ricerca sul materiale fotografico e documentario, hanno individuato l’originale sistemazione delle stanze del Museo e, mettendo in pratica le loro competenze nel campo dei linguaggi digitali e dell’informatica, hanno ricollocato virtualmente gli oggetti e i documenti che costituiscono il nucleo del patrimonio storico sulla scuola che fu del Museo e che ancora oggi è custodito all’Indire.

 

Link utili: