• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Europa
5 dicembre 2017

Cittadinanza europea, prende il via il progetto RoSAE

di Elena Maddalena

In occasione del sessantesimo anniversario della firma dei trattati istitutivi della Comunità Europea, l’Indire partecipa come partner al progetto Rome and Sarajevo for Europe – A European “treaty” of and for the citizens (RoSAE).

Coordinato dal Dipartimento Progetti di sviluppo e Finanziamenti europei di Roma Capitale, RoSAE rientra nel Programma europeoEuropa per i Cittadini 2014-2020” che supporta le proposte formulate da enti e organizzazioni per avvicinare i cittadini europei all’Europa, in modo da far capire più profondamente la storia dell’Unione, promuovere la cittadinanza europea e migliorare la partecipazione civica e democratica.

Il progetto prende ufficialmente il via oggi, 5 dicembre, a Roma nella sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini, alla presenza dei rappresentanti degli istituti partner e di una delegazione di 60 studenti dell’Istituto sperimentale per la cinematografia “Roberto Rossellini” di Roma.

«Con questo progetto intendiamo sviluppare un ponte di valori tra due città, Roma e Sarajevo, diverse per la loro storia ma legate da una prospettiva europea comune. Nelle attività condivise il nostro impegno è di coinvolgere al massimo i cittadini delle due municipalità, ma anche gli alunni e gli studenti universitari in un percorso di partecipazione diffusa», ha affermato Giancarlo Defazio, dirigente del Comune di Roma.

Il progetto RoSAE si svilupperà nel corso del 2018 con una serie di attività formative, culturali e di disseminazione, per rafforzare i valori di cittadinanza europea in vaste fasce della cittadinanza di Roma e di Sarajevo: dallo scambio di delegazioni tra le due municipalità a una Summer e una Winter School organizzate dalle Università di Firenze e di Sarajevo, dallo scambio di buone prassi in ambito di progettazione europea alla produzione di audiovisivi e cortometraggi, fino all’organizzazione di eventi e dibattiti pubblici. Le attività vedranno il coinvolgimento di giovani volontari degli European Solidarity Corps e si svolgeranno in Italia, Bosnia Erzegovina e Belgio.

«L’Indire è onorato di partecipare a un progetto che mette al centro la condivisione dei valori europei tra gli alunni, gli insegnanti delle scuole e i giovani universitari, da sempre i nostri destinatari privilegiati. Il nostro ruolo nel progetto RoSaE prevede la diffusione dei risultati delle attività con la pubblicazione di un pamphlet e la diffusione di un video che sarà realizzato dagli studenti dell’Istituto Rossellini», ha dichiarato Elena Maddalena, intervenuta all’incontro in qualità di referente del nostro Istituto.