• it
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

14 Feb 2018

Educazione allo Sviluppo Sostenibile: online i contenuti ASviS per i neoassunti

di Maria Chiara Pettenati

Sono online, nell’ambiente per i docenti Neoassunti 2017/2018, i contenuti formativi su “L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile”. I materiali sono stati realizzati da ASviSMIUR nel quadro del protocollo d’intesa siglato a novembre 2016 e finalizzato proprio a “favorire la diffusione della cultura della sostenibilità” nelle scuole affinché anch’esse diventino portatrici di quest’istanza e, in stretto contatto con il territorio, agiscano attivamente per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo entro il 2030 così come indicato nell’Agenda 2030.
L’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030 è un programma di sviluppo che 193 paesi membri dell’ONU hanno sottoscritto nel 2015. L’Italia, così come gli altri paesi, ha messo a punto una propria Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, che comprende impegni ed obiettivi specifici, ma correlati ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) previsti dall’Agenda.
In Italia l’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) promuove l’attuazione dell’Agenda 2030 con l’obiettivo di far crescere nella società italiana la consapevolezza della sua importanza, sensibilizzando l’opinione pubblica e  coinvolgendo tutti i cittadini, partendo proprio dagli studenti e dai giovani attraverso la scuola e le iniziative di Educazione allo Sviluppo Sostenibile.
E’ per questo che da quest’anno e per la prima volta, uno dei 4 Laboratori formativi, che i docenti sono tenuti a svolgere durante l’anno di formazione e prova, è dedicato  ai temi dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile e alla Cittadinanza Globale (Circolare Ministeriale 33989 del 2/08/17). In sinergia con i Laboratori sul territorio e come materiale di riferimento per questi, l’Indire mette a disposizione anche i contenuti sull’Educazione allo Sviluppo Sostenibile realizzati da ASviS. Si tratta di una serie di 20 lezioni della durata di circa 10 minuti ciascuna per un impegno complessivo di circa 180 minuti. Nel loro complesso, le lezioni proposte hanno lo scopo di comunicare e approfondire i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG, Sustainable Development Goals) proposti dalle Nazioni Unite con l’Agenda 2030.
Con questa azione, si raggiunge così un’altra importante tappa del percorso verso i target dell’Agenda 2030 e in particolare del Goal 4 – Assicurare un’istruzione di qualità, equa ed inclusiva, e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti – Target 4.7: Entro il 2030, assicurarsi che tutti gli studenti acquisiscano le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile.
I laboratori territoriali per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile per i nuovi docenti, i materiali in auto-formazione sull’Agenda 2030 disponibili per tutti i 33.000 nuovi docenti e i loro quasi 28.000 tutor sono l’espressione concreta di alcune delle 20 azioni Piano per L’Educazione alla Sostenibilità siglato da MIUR e ASviS.

Il Piano prevede l’attuazione di 20 Azioni suddivise in 4 Macroaree:

  • edilizia e ambienti/strutture e personale MIUR;
  • didattica e formazione docenti;
  • università e ricerca;
  • informazione e comunicazione.

Altre azioni già avviate o in corso di avvio nel Piano per la macro-area “Didattica e Formazione Docenti” sono:

  • Programmazione PON  – I 10 bandi per 840 milioni di euro del “PON Competenze per lo sviluppo” hanno già avuto l’Agenda 2030 come tratto unificante, nella riprogrammazione sarà data continuità a questa scelta, rinforzandola;
  • Formazione docenti in servizio – Saranno aggiornate le linee guida per la formazione per diffondere una progettazione formativa nel PTOF orientata all’Educazione alla Sostenibilità. Sarà disponibile un modulo formativo online e una campagna di sensibilizzazione delle e dei docenti;
  • Linee guida Educazione alla Sostenibilità – Saranno aggiornate le linee guida sull’Educazione Ambientale e quelle sull’Educazione Alimentare ed integrate in un unico documento per l’Educazione alla Sostenibilità;
  • Linee Guida comma 16 L.107 – Si sta completando la definizione delle linee guida, al fine di contrastare stereotipi, violenza di genere, disparità, in linea con la Convenzione di Istanbul e con la Buona Scuola;
  • Alternanza per l’efficienza – Sarà predisposto un protocollo per l’Alternanza scuola-lavoro con ENEA, per percorsi durante i quali studentesse e studenti potranno partecipare a progetti di valutazione energetica delle scuole;
  • Consulte degli studenti –  Fondi destinati alle Consulte saranno indirizzati su progetti legati ai temi dell’Agenda 2030, con una sezione dedicata su lascuolanelmondo.it
  • L’Agenda 2030 delle Scuole – Sarà organizzato un hackathon per le superiori sull’Agenda 2030, stimolando ragazze e ragazzi a confrontarsi per costruire l’Agenda della loro scuola con azioni e progetti da realizzare. Le scuole coinvolte diventeranno ambasciatrici di sostenibilità e presenteranno l’Agenda 2030 e quella da loro prodotta in momenti di restituzione territoriale e alle altre scuole.
  • Legge 440 – Sarà orientata sugli obiettivi dell’Agenda 2030, con un percorso unitario e coerente verso la promozione di una scuola che sia strumento per la sostenibilità sociale, economica e ambientale.

 

Entra nell’ambiente di supporto all’anno di formazione e prova dei docenti neoassunti e con passaggio di ruolo