• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

11 Giu 18

Ore 14:00

Salone degli Affreschi, Università degli Studi di Bari Aldo Moro

Piazza Umberto I

“Oltre il carcere”. Seminario nazionale EPALE a Bari, iscrizioni entro il 6 aprile

di Martina Blasi

A Bari si parlerà di educazione in carcere, una delle tematiche prioritarie dell’educazione degli adulti e del piano di lavoro dell’Unità EPALE. Il seminario nazionale “Oltre il carcere”, in programma dall’11 al 13 giugno, intende presentare iniziative concrete per rendere possibile una progressiva ritessitura dei legami relazionali tra carcere e collettività, aspetto essenziale del disegno di riforma dell’ordinamento penitenziario.

Il legame tra carcere e collettività, decisivo per un effettivo recupero del detenuto, sarà affrontato attraverso tre prospettive: il ruolo dell’istruzione, della formazione e del lavoro penitenziario sia intramurario sia esterno, la responsabilizzazione del detenuto nei confronti del progetto educativo di cui è protagonista, e i percorsi di giustizia riparativa. Una prospettiva, quest’ultima, molto ambiziosa che supera la logica del castigo e mette il detenuto davanti al dolore provocato alle vittime o alla comunità e che richiede forme di riparazione del danno provocato.

Il seminario è rivolto a 150 partecipanti tra educatori carcerari, operatori e personale penitenziario, insegnanti, volontari e associazioni che agiscono sul percorso di reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti.

Durante il seminario saranno presentate esperienze di buone pratiche multidisciplinari selezionate in Italia e Europa, anche grazie alla partecipazione di EPEA – European Prison Education Association.

È previsto il keynote speech iniziale di Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti delle persone detenute e private della libertà personale. A seguire, tre sessioni coordinate da esperti, lavori di gruppo fra partecipanti e visite sul campo.

I partecipanti potranno inoltre assistere alla performance teatrale Il combattimento di Tancredi e Clorinda, a cura degli attori-detenuti del Teatro Casa Circondariale “C. Satta” di Ferrara, diretto da Horacio Czertok, del Teatro Nucleo.

La tre giorni di Bari rappresenta per EPALE il secondo convegno nazionale dedicato all’educazione in carcere, dopo il seminario “Liberi di apprendere” svoltosi a Napoli il 4 e 5 aprile 2016, dedicato all’istruzione degli adulti ristretti, di cui sono disponibili risultati e materiali.

Il seminario di Bari è riservato agli iscritti alla piattaforma EPALE. La partecipazione è su invito previa candidatura online e per i candidati selezionati le spese saranno a carico di Epale Italia.

Le iscrizioni sono aperte fino al 6 aprile.

 

Vieni su EPALE per sapere come candidarti e consultare il programma dell’evento!

 

 

COS’È EPALE

L‘Electronic Platform for Adult Learning in Europe (EPALE) è l’ambiente online aperto a tutti, ma dedicato in particolare a chi opera nel settore dell’educazione degli adulti. Punto di incontro europeo sulle migliori pratiche ed esperienze, la piattaforma ha lo scopo di aprire all’Europa il dibattito nazionale sui tanti temi che intersecano i percorsi educativi pensati per gli adulti, anche a livello non formale. Sulla piattaforma è possibile scambiare notizie, opinioni, idee e risorse con altri professionisti in tutta Europa. Attualmente sono circa 36.000 gli iscritti in Europa di cui oltre 4.000 in Italia. Ogni mese oltre 100 esperti italiani del settore si registrano al portale e il nostro Paese è tra i primi nel mondo per numero di iscritti, insieme a Turchia e Polonia. L’Unità nazionale EPALE ha sede presso l’Indire.

 

Altri link utili:

 

 

Immagine di Anna Marconi, “Dove è la libertà?”, stampa fotografica 2013