• it
  • en
Ricerca e innovazione per la scuola italiana

indireinforma

Tecnologia
5 ottobre 2017

L’Indire a Oslo per il convegno internazionale OCSE sugli ambienti di apprendimento

di Antonella Sagazio

Quest’anno il Ministero dell’Educazione norvegese ospiterà a Oslo il 9 e 10 ottobre il convegno annuale “GNE Meeting” del Group of National Experts on Effective Learning Environments, il gruppo di esperti nazionali dell’OCSE che segue il Programma di valutazione degli ambienti di apprendimento.

L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) ormai da diversi anni studia gli ambienti di apprendimento e propone criteri di efficacia per la costruzione o la ristrutturazione degli edifici scolastici. L’Indire, che è parte del Group of National Experts, ha attivato da tempo una linea di ricerca dedicata alle architetture scolastiche, che approfondisce e analizza il rapporto tra spazi e tempi dell’apprendimento.

Il gruppo di esperti OCSE si riunisce una volta l’anno per condividere lo stato dell’arte nei Paesi di appartenenza, e l’Italia darà il proprio contributo a Oslo insieme a Austria, Messico, Grecia, Giappone, Nuova Zelanda, Irlanda Lussemburgo e Norvegia. La ricercatrice Giuseppina Cannella sarà presente al meeting in qualità di esperta sui temi della didattica e degli ambienti scolastici innovativi, per contribuire alla finalizzazione del protocollo internazionale di valutazione degli impatti degli spazi educativi sui processi di apprendimento.

 

Link utili: