• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

19 marzo 2018

Il ruolo dell’insegnante di lingua straniera: la “spalla CLIL”

Un articolo della ricercatrice Indire Isabel de Maurissens

di Redazione

“Team Teaching in ambito CLIL” è una sperimentazione che si è svolta nel 2017 durante il corso di formazione al quale hanno partecipato docenti delle scuole secondarie superiori, sia di licei sia di istituti tecnici dell’area metropolitana fiorentina.

CLIL (acronimo di “Content and Language Integrated Learning”) è una metodologia didattica in crescita e riguarda l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare. Si tratta, in pratica, dell’insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica.

La metodologia CLIL si sta diffondendo in maniera capillare in Europa dove “le società aperte, prosperose e democratiche richiedono un’ambiziosa politica educativa sulle lingue” (dal Rapporto sull’insegnamento delle lingue a scuola in Europa, Eurydice, 2017).

La ricercatrice Isabel de Maurissens ha condotto su questo tema una ricerca i cui risultati sono esposti in un articolo scientifico che evidenzia il ruolo del Team Teaching in ambito CLIL e in particolare il ruolo dell’insegnante di lingua straniera.

Nell’articolo sono evidenziati i punti di forza e di debolezza riportati nel corso della sperimentazione. L’autrice suggerisce che la cooperazione potrebbe costituire una quinta “C” oltre alle 4 “C” tradizionali: Content, Cognition, Comunication, Culture (cosi come introdotte da Marsh e Maljers nel 1994). Si arriva così a individuare un nuovo ruolo per l’insegnante di lingua straniera in ambito Team Teaching CLIL: la “spalla CLIL”, che necessita di una formazione ad hoc.

 

Leggi l’articolo di Isabel De Maurissens
TEAM TEACHING CLIL – IL RUOLO DELL’INSEGNANTE DI LINGUA STRANIERA NEL TEAM: LA “SPALLA CLIL”