• it
  • en
Ricerca per l'innovazione della scuola italiana

indireinforma

16/06/2015

Scuola, a Napoli si parla di autovalutazione e miglioramento

Sabato 20 giugno Formez PA organizza a Napoli (Stazione Marittima, orario 1130-1730) il...

Leggi tutto

16/06/2015

Conferenza dei Servizi ITS (video)

È online sul canale YouTube dell'Indire il video realizzato dall'Ufficio...

Leggi tutto

15/06/2015

Social network, narrazioni e identità digitali

Sul n 19 della rivista internazionale telematica Flusser Studies è uscito l'articolo del...

Leggi tutto

15/06/2015

Le Avanguardie educative su “Agenda Digitale”

Su "Agenda Digitale", il giornale online che racconta le tappe della rivoluzione digitale...

Leggi tutto

15/06/2015

A che punto siamo col Processo di Bologna?

I Ministri dell'istruzione di 47 Paesi dello Spazio europeo dell'istruzione superiore...

Leggi tutto

11/06/2015

Più competenti e produttivi: istruzione fattore cruciale

L'istruzione quale fattore cruciale per lo sviluppo territoriale, con particolare...

Leggi tutto

10/06/2015

A Firenze la conferenza sull’innovazione ‘The Future of Education’

Una riflessione a livello internazionale e la condivisione di buone pratiche nel campo...

Leggi tutto

09/06/2015

La statistica nella formazione M@t.abel dell’Indire

Massimiliano Naldini, collaboratore dell'Indire e referente del progetto M@tabel, ha...

Leggi tutto

08/06/2015

Jovanotti alla ”Federico II” di Napoli

Giovedì 4 giugno, l'Università degli studi "Federico II" di Napoli, in collaborazione...

Leggi tutto
08/05/2020

L'editoriale

di Flaminio Galli

Le misure di contenimento messe in atto per fronteggiare l’emergenza Covid-19 hanno di fatto sospeso in Italia e nel resto d’Europa molte delle attività legate al Programma Erasmus+. In questo momento è importante dare un segnale per il futuro. È bene farlo ora, perché il rischio è che venga messo in discussione il Programma in un momento di difficoltà mondiale. Il Programma Erasmus+ si fonda su due elementi imprescindibili: la mobilità e la conoscenza. Sono due valori che hanno animato, dal 1987 a oggi, lo spirito di oltre 10 milioni di persone in Europa...... continua »

Leggi tutti gli editoriali